‘Potenziare la stazione di Albairate e farne un hub’, il Consiglio Regionale dice sì alla proposta dei ‘Civici’

206

 

 

ALBAIRATE – Il Consiglio Regionale ha accolto la proposta dei consiglieri Strada e Carretta per potenziare la stazione ferroviaria di Albairate, a beneficio di tutto l’Abbiatense. Ecco il testo nella sua versione integrale.

 

 

Oggetto: Iniziative di attivazione immediata del programma di bacino ambito di Progetto Abbiatense

Il Consiglio Regionale della Lombardia:

PREMESSO CHE

  1. L’Ambito di Bacino include i comuni di Abbiategrasso, Albairate, Besate, Bubbiano, Calvignasco, Cassinetta di Lugagnano, Cisliano, Corbetta, Cusago, Gaggiano, Gudo Visconti, Motta Visconti, Morimondo, Noviglio, Ozzero, Robecco sul Naviglio, Rosate, Trezzano sul Naviglio, Vermezzo e Zelo Surrigone dove risiedono circa 104.000 abitanti.
  2. L’organizzazione territoriale della Zona omogenea Abbiatense presenta un’elevata diffusione di insediamenti rurali minori non ancora conurbati. Il tessuto insediativo, nonostante le tendenze diffusive, si presenta ancora privo di saldature. La geografia degli insediamenti si contrappone all’immagine del “continuum”
  3. I maggiori servizi territoriali si concentrano prevalentemente nel comune di Abbiategrasso anche se nel tempo si è visto sempre più accentrare presso Legnano e/o Magenta servizi di pubblica utilità per ultimo, ma non per ordine di importanza, alcuni reparti ed il Pronto Soccorso notturno presso l’Ospedale Cantù con la conseguente diminuzione della fruizione delle prestazioni a favore del nosocomio di Magenta.
  4. I collegamenti attuali da e per Abbiategrasso e Magenta sulla Linea Z559 sono inadeguati per frequenza e fasce di copertura.

CONSIDERATO CHE

  1. Il Trasporto Pubblico presente nell’Ambito Abbiatense, ad oggi, ricalca la struttura radio centrica dell’area metropolitana milanese ed è caratterizzato da diversi livelli di servizio, a seconda della densità della popolazione residente e dal grado di infrastrutturazione presente.
  2. La frequentazione dei servizi mostra, oltre alla forte polarità di Milano, anche altri fenomeni di spostamento che, nonostante i numeri inferiori, sviluppano, anche per le motivazioni esposte al punto 3. della premessa, delle relazioni che non possono essere ignorate, così come dimostrato nell’analisi della domanda di mobilità redatta dall’Agenzia TPL Milano, Monza-Brianza, Lodi e Pavia. Abbiategrasso è altresì interessato da spostamenti che lo relazionano con tutti comuni dell’Abbiatense.

CONSIDERATO INOTRE CHE

  1. Abbiategrasso risulta comunque essere il principale polo urbano del comparto, anche per la concentrazione di servizi, in particolare scolastici. Un altro importante polo attrattivo per l’area è anche Magenta, sede di numerosi Istituti di istruzione superiore e di un Ospedale che assorbe l’utenza delle molte specializzazioni e della chiusura notturna del PS di Abbiategrasso, con conseguenti aumenti di ricoveri presso quel luogo di cura.
  2. I dati di mobilità messi a disposizione dall’Agenzia TPL evidenziano come i comuni dell’area gravitino prevalentemente sul capoluogo milanese, evidenziando forti spostamenti radiali su Milano utilizzando le linee ferroviarie ed i collegamenti su gomma.
  3. I dati altresì evidenziano la presenza di un rilevante flusso tra Abbiategrasso e Magenta, dovuto non solo alla presenza in entrambi i comuni di ospedali ed istituti scolastici superiori, ma soprattutto dalla possibilità di usufruire della stazione di Magenta del servizio ferroviario suburbano passante della linea S6 Novara-Milano Passante – Treviglio, che consente di raggiungere le stazioni di interscambio di tutte le metropolitane milanesi e della stazione di Abbiategrasso ed Albairate del servizio regionale da Mortara, che consente di raggiungere la zona di Porta Genova.
  4. Nel nuovo assetto di rete predisposto dall’Agenzia TPL vengono potenziati i collegamenti alle stazioni di Magenta FS ed Albairate FS oltre che Gaggiano FS.
  5. Per la linea su gomma Z559 Magenta – Abbiategrasso – Albairate è stata prevista  una frequenza ai 30 minuti nell’arco orario 05.00 – 22.00  con collegamenti calibrati sull’orario della linee ferroviarie suburbana S9 e S6.
  6. Questa impostazione anche se pur non risolutiva migliorerebbe di molto l’offerta di mobilità pubblica nell’area dell’Abbiatense.
  7. La Stazione FS di Albairate risulta essere isolata e di difficoltosa raggiungibilità, sprovvista di servizi di prima necessità e senza alcun presidio che ne possa garantire il ben che minimo livello di sicurezza sia per le cose sia per le persone.

 

INVITA IL PRESIDENTE E LA GIUNTA

 

Ad attivarsi affinché possano essere individuate da Regione Lombardia, le modalità organizzative idonee per attivare da subito il nuovo assetto della linea Z559 e nel contempo intervenire su RFI affinché l’hub, afferente la stazione FS di Albairate, possa essere dotato di tutte le infrastrutture idonee a facilitarne l’accesso ed a garantirne la sicurezza per i viaggiatori e per il personale viaggiante, per un utilizzo in un contesto di luogo nevralgico di  interscambio di mobilità.

 

Milano, lì  18 luglio 2019

I Consiglieri:

Elisabetta Strada

Niccolò Carretta

Articolo precedenteM4 sino a Buccinasco, via alla proposta dei Lombardi Civici ed Europeisti
Articolo successivoCarpenzago in festa! Buona la prima, stasera si replica. E domenica processione