Poste, in Lombardia si va verso 1277 assunzioni

    89

     

    MILANO – Stabilizzazione degli organici ed assunzioni di personale, trasformazioni da part-time in full-time, orari di lavoro e sicurezza con nuovi mezzi, maggiore etica e controlli nelle proposizioni commerciali sono alcuni dei punti previsti nell’intesa firmata da Slp Cisl, Uil Post, Confasal Com, Failp Cisal, Fnc Ugl con Poste Lombardia.
    I punti salienti dell’accordo prevedono 636 stabilizzazioni entro ottobre e, su richiesta dei sindacati, altre 122 avverranno entro agosto. Le assunzioni a tempo determinato passano da 1187 a 1277 unita‘, essenziali per far fronte alle esigenze del recapito sia per garantire il periodo feriale a tutti i portalettere e sia per agevolare la nuova riorganizzazione del recapito; assunzioni alla sportelleria dall’esterno: 106 nuovi assunti come sportellisti, 21 gia’ concretizzati a luglio, e su richiesta dei sindacati il numero avra’ tempi certi, 62 entro la settimana dell’otto luglio e 23 entro fine mese. Previste anche conversione Part-time full-time, l’assunzioni specialisti sale consulenza, distacchi operativi.
    Il segretario generale Slp-Cisl Lombardia, Maurizio Cappello, ha evidenziato che con “pazienza e tenacia, ma soprattutto con alto senso di responsabilita’ e senza pregiudizi abbiamo mantenuto alto il livello del confronto con l’unico obiettivo di tutelare al meglio il lavoro, le esigenze e le professionalita’ dei dipendenti in un mercato di riferimento in continua rapida evoluzione”.
    Articolo precedenteL’AIS Magenta festeggia dieci anni di passione e amore per il vino
    Articolo successivoAutonomia lombarda, Salvini ottimista: ‘Percorso in discesa’