Punto di Vista

Porcilopoli

Expo 2015. Il principe Klemens von Metternich, Ministro degli Esteri (1809-1848) dell’impero Austroungarico aveva compreso, nel profondo, il popolo italiano esprimendo l’agghiacciante verità “… la parola Italia è una espressione geografica, una qualificazione che riguarda la lingua, ma che non ha valore politico…”. Analisi sprezzante che valeva allora e vale, purtroppo, ancora oggi. La porcilopoli n’è concreto contemporaneo affresco. Per collettiva cialtroneria non abbiamo memoria. Le facce di Tangentopoli, ed i relativi scherani, sono ancora tutti lì a coprire, come si diceva allora, l’arco costituzionale ed a tentare di coprire con la lorda menzogna dell’io non centro il loro letame. Però a differenza d’allora, anni Novantadue e mi rivedo trascorrere una notte all’addiaccio davanti al Tribunale di Milano, in compagnia di mille e mille e mille altri con i Caramba che ti offrivano il caffè della borraccia, con un cartello Forza Di Pietro. All’opinione pubblica allora batteva forte il cuore. Oggi domina la bradicardia. Ma sotto l’indifferenza collettiva cova una rabbia sorda che quando si manifesterà sarà cieca. Ma neppure allora saremo un popolo, incapaci come siamo di fare analisi e sintesi dei nostri mali. Continueremo a transumare smerdacchiando per la nostra Bella Italia che un tempo fu. Espressione geografica. E.T.

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi