Pontevecchio di Magenta: il concerto del corpo musicale Santa Cecilia

160

PONTEVVECCHIO  Sabato 18 giugno, si  è svolto il tradizionale Concerto in ‘Villa Castiglioni’, a Pontevecchio di Magenta, sede del Parco Lombardo del Ticino.

Protagonista della serata il Corpo Musicale Santa Cecilia di Pontevecchio, diretto dal Maestro Maurizio Biasibetti.

Una bellissima serata, sotto un cielo sereno e pulito con un pubblico attento e partecipe.

Ogni Concerto, così come quest’ultimo, è il modo più efficace per concretizzare il costante impegno dedicato allo studio, alle prove, all’infinita pazienza e disponibilità di tutti i musicisti.

E’ anche un modo per dimostrare e dire un ‘grazie’ a coloro che, suonando o partecipando, in altri  modi, alla realtà della Banda, hanno dedicato e dedicano una parte della loro ‘vita’ alla diffusione della cultura musicale.

Mantenere viva la tradizione bandistica, ancora oggi tra le poche esperienze autenticamente popolari, significa far comprendere che la musica è un linguaggio universale che migliora, notevolmente, la qualità della vita di ciascuno di noi.

Il Corpo Musicale Santa Cecilia con la Banda, la Formazione Giovanile, i Gruppi Cameristici, e la fondamentale Scuola di Musica, è sempre pronta a collaborare, partecipando a tutti gli eventi, Civili e Religiosi, organizzati sul nostro territorio.

Per questo il nostro ringraziamento è rivolto alla Comunità di Pontevecchio, agli Sponsor ed alla  Amministrazione Comunale, per il sostegno diretto ed indiretto nei nostri confronti.

La nostra Banda, nata nel 1930, ha ormai raggiunto l’età di 92 anni ma da 25 anni ha una fondamentale caratteristica: più “invecchia’”più “ringiovanisce” avendo, infatti, su un organico di 59 musicisti ben 41 sotto l’età media di 30 anni.

La presenza di questi ultimi giovani musicisti, deriva dall’impegno della Scuola Allievi e dalla sua funzione didattico/educativa che, anche durante il periodo “più difficile”, è riuscita ad incrementarne il numero, grazie anche, alle nuove tecnologie, ma soprattutto è basata sull’attenzione alla persona,”unica ed irripetibile” nel suo “essere”.

Vogliamo sottolineare che i tre anni preparatori della scuola sono fondamentali e completamente gratuiti; funzione questa esclusiva, della nostra associazione, essendo una delle tre Bande Storiche della Città di Magenta.

L’esecuzione del Concerto in Villa, prevedeva un programma di otto brani che spaziavano da musiche originali, musiche da film e brani della tradizione classica operistica.

Alla fine il pubblico, avendo apprezzato calorosamente l’esecuzione, ha richiesto ben quattro bis.

La loro scelta non ha colto impreparata l’orchestra che ha proposto ed eseguito canzoni risorgimentali come omaggio al ruolo Storico della Città di Magenta.

Insomma…. una grande emozione ed un sottile “fil rouge” che ha unito orchestra e pubblico.

 

Grazie di cuore a tutti!

 

Articolo precedenteI ragazzi del Magenta Calcio e i genitori salutano il loro allenatore: “Ciao Mister Iso! Con te abbiamo imparato tantissimo”
Articolo successivoCasorezzo: premiati i volontari della Croce Azzurra, in particolare Tarcisio Gambarelli per i 25 anni