++Politecnico di Milano al 13° posto mondiale tra università di Ingegneria

85

 

MILANO  Il QS World University Rankings by Subject 2022 conferma la scalata degli ultimi sei anni del Politecnico di Milano che per Ingegneria ha raggiunto in questa nuova classifica il 13° posto al mondo (dal 24° posto del 2016).

 

In Architettura e Design l’ateneo milanese ha guadagnato invece 5 posizioni: dai posti 15° e 10° del 2016 ai posti 10° e 5° dello scorso anno, confermati anche dalla nuova classifica. Per quanto riguarda il confronto con lo scorso anno, all`interno della macrocategoria Ingegneria, il Politecnico ha guadagnato posizioni significative in ingegneria chimica (+7 posizioni), civile (+2), meccanica (+2), elettrica ed elettronica (+3), ingegneria dei materiali (+21) e ambientale (+8).

Il risultato, si legge in una nota, è stato possibile grazie ad azioni strategiche come quella di consolidare il rapporto con le aziende, che passa anche attraverso il sostegno alle start-up e allo sviluppo d`impresa, con la creazione di numerosi Joint Research Center. La reputazione accademica (Academic Reputation) è l`indicatore più importante del ranking (compone il 40% della valutazione finale), basato sulle valutazioni di oltre 130.000 accademici da tutto il mondo. Il dato conferma le opinioni positive sul Politecnico anche di altre università nazionali e internazionali.

Il Politecnico di Milano ha costruito in questi anni un modello di strette alleanze tra le più importanti Università tecnologiche europee, con lo scopo di dare vita a un nuovo spazio accademico per l’interazione tra progresso tecnologico, società e ambiente.
Grazie a questo processo di internazionalizzazione il Politecnico è riuscito a raggiungere una delle sue missioni primarie dell`ultimo triennio, diventando così una delle “European Leading University”, capace di guidare la ricerca e l`innovazione scientifica e tecnologica per contribuire a uno sviluppo sostenibile e inclusivo.

“Il risultato raggiunto è decisamente positivo e ne siamo orgogliosi -ha commentato il rettore, Ferruccio Resta – Non solo per le riconferme nei campi dell`Architettura e del Design, eccellenze mondiali, ma soprattutto a fronte delle posizioni scalate nell`ingegneria, contesto altamente competitivo e di più difficile posizionamento per gli atenei italiani. Non una piacevole sorpresa, piuttosto il meritato riconoscimento del valore delle politiche attivate in questi ultimi anni”.

Nel panorama italiano il Politecnico di Milano si conferma primo assoluto in Architettura e Design e per la quasi totalità delle materie di Ingegneria (Computer Science & Information Systems; Chemical Engineering; Civil & Structural Engineering; Electrical & Electronic Engineering; Mechanical, Aeronautical & Manufacturing Engineering).

Articolo precedente+Il fratello di Carol Maltesi: ‘Non faceva video sadomaso’
Articolo successivoFiniguerra riporta le lancette della storia agli anni Settanta… il suo post pseudopacifista che chiude gli occhi sui crimini di Putin