Peste suina: i consigli del Parco Ticino per contribuire a debellarla

152

 


MAGENTA  La Peste Suina Africana (PSA) è una malattia infettiva, che colpisce esclusivamente suini domestici e cinghiali e non è trasmissibile all’uomo. Questa malattia se non fermata, potrebbe rappresentare una seria minaccia per la filiera suinicola e per le pregiate produzioni DOP della salumeria tipica italiana, quindi un grave danno economico per le aziende che operano nel settore.

 La PSA è letale quasi al 100 %, vale a dire che i cinghiali e i suini domestici muoiono quasi tutti entro 3-7 o al massimo 10 giorni dopo la comparsa dei sintomi

Il virus rimane vitale anche dopo la morte dell’animale, rendendo le carcasse ancora infettanti e in grado di trasmettere il virus per molto tempo. Per questo motivo è importante segnalare la presenza di carcasse di cinghiale sul territorio in modo che possano essere analizzate dai servizi veterinari competenti.

I nostri Guardiaparco e i nostri Volontarisono impegnati nella verifica delle presenza di eventuali carcasse di cinghiale.

AIUTACI ANCHE TU! IL TUO CONTRIBUTO PUO’ ESSERE UTILE!

Se trovi una carcassa di cinghiale prendi le coordinate geografiche del luogo di ritrovamento, memorizza la tua posizione e telefona al  0382 4311 (ATS Veterinaria Pavia), 02 8578 5712 (ATS Veterinaria Milano) 0332 333681 (ATS Veterinaria Varese) oppure al 1515 dei Carabinieri Forestali.

NON ABBANDONARE RIFIUTI CHE POTREBBERO ESSERE FONTE DI ATTRAZIONE PER I CINGHIALI

RESTA INFORMATO SUI LINK CHE SEGNALIAMO

Link utili:

https://www.isprambiente.gov.it/it/news/primo-caso-di-peste-suina-africana-psa-per-l2019italia-continentale

https://www.salute.gov.it/portale/sanitaAnimale/dettaglioContenutiSanitaAnimale.jsp?lingua=italiano&id=208

https://www.ats-montagna.it/servizi-2/enti-e-imprese/veterinaria/peste-suina-africana-misure-sanitarie-in-regione-lombardia/

Articolo precedenteSedriano/2 (e Corbetta): 3 milioni di fondi del PNRR per villa Allavena e museo del Legno
Articolo successivoAbbiategrasso: denunciato l’uomo che ha vandalizzato le auto in sosta