Per l’agenzia Moody’s il ‘Sistema Lombardia’ meglio del ‘Sistema Italia’

    73

    Approvato in questi giorni il Bilancio regionale consuntivo 2016

    MILANO –  “Il modello Lombardia funziona, tanto e’ che vero che le principali agenzie di rating hanno riconosciuto l’efficienza della gestione finanziaria della nostra Regione, attribuendole ottimi giudizi con riferimento all’affidabilita’ finanziaria ed alla prudenza nella gestione del debito. Facciamo meglio del Sistema Paese”. E’ quanto ha dichiarato dall’assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione della Regione Lombardia Massimo Garavaglia in occasione dell’approvazione del Consuntivo 2016.

    ABBATTUTO IL DISAVANZO, NESSUN DEBITO CONTRATTO – “Con la gestione 2016 – ha spiegato l’assessore lombardo – torniamo a fare registrare un abbattimento consistente del disavanzo di amministrazione. Rispetto al 2015, infatti, passiamo da 2,1 miliardi a 1,6 miliardi di euro interamente imputato a debito autorizzato ma non contratto”.

    UN SISTEMA CHE STA IN PIEDI DA SOLO NONOSTANTE I TAGLI – “Quello lombardo – ha proseguito Garavaglia – nonostante i tagli del Governo, e’ un sistema che sta in piedi da solo. Prova ne e’ che nel 2016 l’autofinanziamento degli investimenti e’ stato totale. I 205 milioni di investimenti, infatti, sono stati coperti da circa 2 milioni di entrate per investimenti e da 203 milioni come surplus di parte corrente”.

    ‘RICETTA’ CHE FUNZIONA – “La ricchezza e la dinamicita’ dell’economia lombarda, una gestione finanziaria efficiente e un’elevata flessibilita’ sulle entrate, un sistema sanitario in equilibrio, la forte riduzione dei tempi di pagamento ai fornitori, un debito fortemente contenuto e una solida liquidita’, la razionalizzazione della spesa corrente, senza ricorrere all’innalzamento della pressione fiscale. Sono questi gli ‘ingredienti’ della ricetta lombarda e sono questi gli  elementi che hanno portato nello scorso dicembre Moody’s a confermare alla nostra regione il livello (Baa1) di rating che e’
    superiore a quello attribuito alla Repubblica italiana (Baa2)”  ha sottolineato l’assessore regionale.

    L’assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione della Regione Lombardia, Massimo Garavaglia

    UN PO’ PIU’ DI LOMBARDIA A ROMA – “Alla luce di questi numeri – ha concluso Garavaglia – verrebbe da dire che a Roma servirebbe un po’ piu’ di Lombardia per fare funzionare meglio il nostro Paese, garantendo cosi’ servizi piu’ efficienti ai cittadini ed evitando sprechi inutili. Figuriamoci come potrebbero andare le cose con un po’ di autonomia”.

     

    (*fonte: comunicato stampa Lombardia Notizie)

    Articolo precedenteAlla scoperta dei candidati: il ritorno del dottor Portaluppi
    Articolo successivoMagenta, il 10 maggio nuovo confronto tra i candidati sindaci