Pavia, il Sindaco Fracassi: “Se fosse per me obbligo vaccinale per tutti”. Il volto che ragiona della Lega

162

PAVIA – Conosciamo Fabrizio Fracassi, dall’epoca della sua lunga esperienza in seno al Parco Lombardo della Valle del Ticino. Oggi Fracassi è il Primo cittadino di Pavia. Il capoluogo di provincia lombardo bagnato dal fiume azzurro è tra quelli in questo periodo più pesantemente colpito dalla pandemia con un indice di contagio tra i più alti in assoluto in Italia.

Ieri Fracassi in una lunga intervista a La Repubblica che qui sotto vi riproponiamo rompe gli indugi e rispetto all’obbligo vaccinale per gli over 50 imposto dal governo Draghi, osserva che a suo avviso, quell’obbligo dovrebbe essere esteso a tutte le fasce di età. Una posizione la sua che certo farà discutere dentro al Carroccio. La Lega infatti sulla gestione Covid e sul vaccino da sempre tiene una posizione ondivaga.

Matteo Salvini, come direbbero a Napoli, fa ammuina. Che tradotto, significa ‘fa confusione’. Va avanti a colpi distinguo, “sì ma però…”. Un gioco che sta facendo perdere consensi al leader leghista, che dopo la vicenda ormai ben nota e grottesca del ‘Papete’ di due estati or sono, pare aver iniziato la sua parabola discendente.

Per fortuna nel Carroccio, c’è anche una corrente governativa composta da tanti ex amministratori capaci, competenti, e che ragionano in modo pratico e secondo buon senso. Li guida Giancarlo Giorgetti, insieme al suo amico e collega a Palazzo Ghigi Massimo Garavaglia.

Gente pragmatica, che ha governato e amministrato e non ha solo preso il megafono per scandire slogan nella propria carriera politica. Oggi la Lega si trova ad un bivio. O Lega di governo, o Lega di lotta….(ma che poi cosa porta a casa???). 

Ci sono tantissimi bravi governatori – vedasi Luca Zaia, Massimiliano Fedriga, lo stesso Attilio Fontana già Sindaco di Varese,  che con la sua pacatezza ha saputo risollevare la Lombardia da una situazione emergenziale – una classe di amministratori locali valida.

E poi ci sono quelli che continuano ad urlare e berciare. Che il giorno dopo sostengono il contrario di quello che avevano detto il giorno prima…

Ma questo è uno modo di far politica che non funziona più.

Fracassi che è uno di quelli sul campo, lui –  punzecchia qualche collega che sta a Roma – “il contatto con la realtà” non l’ha mai perso. E’ la forza dei Sindaci. La prima trincea in questa battaglia al Covid insieme ai medici e a tutti gli operatori sanitari.

Gente che lavora, lavora, lavora….  che conosce la fatica dell’amministrare e che per andare avanti non ha certo bisogno di slogan e felpe, anche se ultimamente, forse perché non è stagione, sono state rimesse nel cassetto……

F.V.

Vai al link qui sotto per leggere l’intervista a Fabrizio Fracassi

FRACASSI SERVIVA L’OBBLIGO DI VACCINO PER TUTTI LA REPUBBLICA

Articolo precedente+Atm, 650 assenti: da lunedì corse ridotte del 7 per cento
Articolo successivoMagenta, Ivan D’Agostini ricorda l’amico e collega Romano Garavaglia