Pasquale Moro porta la sua ‘arte di pizzaiolo’ al teatro7 di Milano: mercoledì sera

    85

    Nel primo giorno d’estate, il maestro robecchese terrà una lezione sui segreti di pizza e impasto

    ROBECCO- MILANO  Il 21 giugno  alle ore 20 ospitiamo Pasquale Moro, il pizzaiolo che nel 2016, alla 25esima edizione del campionato del mondo delle pizze, ha battuto ben 700 concorrenti aggiudicandosi il titolo di campione mondiale per la pizza più buona!

    Un altro bel risultato quello piazzato da Pasquale Moro, il maestro pizzaiolo di Robecco che domani sera- mercoledì- terrà una lezione in quello che negli anni è diventato uno degli spazi più prestigiosi e dinamici di diffusione della cultura culinaria.

    Teatro7 nasce nel 2005 a Milano, in via Thaon de Revel al n.7. Un innovativo concept di scuola di cucina, sostenuto da un progetto ambizioso che dal work in progress si è presto concretizzato in una realtà didattico-conviviale, la prima di questo genere in Italia, che sta riscuotendo eccellenti consensi.

    L’idea è stata quella di unire una cucina di casa ad una realtà di scuola, la prima a sorgere sul mercato italiano ed internazionale, poichè tutte le scuole erano realizzate con attrezzature professionali. In questo nuovo contesto, invece, gli allievi avranno l’opportunità di usare i vari elettrodomestici KitchenAid così come farebbero a casa propria.  Lo spazio di via Thaon de Revel, dal design semplice e funzionale, riporta ad una sorta di officina high tech. Un’ampia vetrata – lo spettacolo culinario è visibile dall’esterno, proprio come in un teatro di strada – illumina la cucina, dalla struttura lineare con due banconi di cinque metri, uno dedicato alla cottura, l’altro alla preparazione dei piatti e alla degustazione finale.

    Nella lezione a Teatro, Pasquale Moro svelerà i segreti della pizza in tegamino, di lievitazione e temperature, di cottura nei forni casalinghi e di come poter realizzare una pizza gourmet anche a casa.

    Tutte le info sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/teatro7Lab/

     

    Articolo precedenteL’insostenibile leggerezza del ‘terzismo’: Silvia Minardi non è Finiguerra, prima o poi dovrà scegliere dove stare- L’analisi
    Articolo successivoVittuone, ballo ‘all’americana’ alla scuola media Fermi Copy