Parabiago, si chiudono positivamente i centri estivi 2019

    59

     

    PARABIAGO – Anche quest’ anno il centro estivo per i bambini della scuola dell’infanzia (3- 5 anni) e per i ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo grado (6-13anni), è stato gestito dalla Cooperativa Eurotrend, tramite la partecipata Azienda Sole, per conto del Comune di Parabiago.

    Ogni settimana i ragazzi sono stati impegnati in attività manuali e di gioco di ogni genere, oltre ad aver vissuto giornate dedicate al nuoto presso la piscina comunale e a gite sul territorio. I ragazzi della primaria e della secondaria, come ogni anno, hanno trascorso due pomeriggi presso l’Albergo del Nonno con la finalità di tenere compagnia con canti e balli gli ospiti della casa di riposo. Un percorso che ha visto far festa con le famiglie dei ragazzi, mercoledì scorso e che vedrà proporre due novità nei primi giorni di agosto: un pic nic sotto le stelle per i più piccoli e un pigiama party sotto le stelle per i più grandicelli.

    Spiega la responsabile dei servizi educativi Diana Ramona: “Quest’anno come tema abbiamo scelto la pet therapy per i bambini dell’infanzia, mentre alla primaria e secondaria abbiamo proposto Leonardo Da Vinci in onore del 500esimo anniversario della sua morte.

    Inoltre, per tutti nel corso delle attività proposte, sono intervenuti specialisti ed esperti di arte, teatro, musica ed un contadino/apicoltore che hanno saputo affascinare i ragazzi.

    Quest’anno abbiamo pensato di proporre delle novità per accompagnare l’estate con momenti diversi dal solito, come un pic nic sotto le stelle dedicato ai bambini dell’infanzia, mentre per i più grandi proponiamo un pigiama party sotto le stelle con caccia al tesoro e visione di un film. L’entusiasmo dei ragazzi in merito a queste proposte si è già fatto sentire!”.

     

    Un ringraziamento per il lavoro svolto arriva anche da parte del Sindaco Raffaele Cucchi: “Ho visto bambini divertirsi e serenità nelle famiglie che, occupando il tempo per il lavoro, hanno lasciato affidato i propri figli agli educatori del centro estivo. Le continue richieste di iscrizione e il raggiungimento del tetto massimo degli iscritti, infatti, conferma la buona proposta educativa e il buon lavoro svolto dallo staff degli educatori impegnato in queste settimane. Un grazie da parte dell’Amministrazione comunale per la serietà dimostrata.”.

    Articolo precedentePsichiatria, boom dei ricoveri di adolescenti in Lombardia: + 28%
    Articolo successivoUna corsa in montagna lungo i tracciati della ‘Grande Guerra’: che suggestione!