Ottobrata da record: a Milano niente riscaldamento acceso fino al prossimo 29 del mese

186

MILANO LOMBARDIA – Complice il caldo di questi giorni, l’aumento del Pm10 nell’aria e il bisogno di ridurre i consumi di energia, il sindaco Giuseppe Sala ha firmato una ordinanza per posticipare l’accensione.

 

Questo non vale però per ospedali, cliniche, case di cura e ricovero per azioni e minori, nonché per le strutture protette per l’assistenza ed il recupero dei tossico-dipendenti e di altri soggetti affidati a servizi sociali. E non vale nemmeno per scuole materne, asili nido oltre a piscine, saune ed edifici adibiti ad attività industriali e artigianali. L’ordinanza è in continuità con il Dl Cingolani, ovvero il piano nazionale di contenimento dei consumi di gas, che prevede l’introduzione di limiti di temperatura, di ore giornaliere di accensione, e di durata del periodo di riscaldamento.

 

Articolo precedenteMagenta Jazz Festival: 24 anni e non sentirli, pronti per una nuova edizione di qualità
Articolo successivoTorna ‘Faccia d’artista’ con Christian Bani il re dei casting. A cura di Massimo Moletti (VIDEO)