Ossona, elezioni. Sergio Garavaglia: “Ecco perché, dopo tanti anni, mi candido nuovamente per diventare Sindaco” (VIDEO)

188

OSSONA – Se non è un record poco ci manca. Ma dopo tanti anni a far politica Sergio Garavaglia tenta nuovamente l’avventura per diventare sindaco del suo paese, Ossona. Lo abbiamo incontrato, casualmente, fuori dal liceo scientifico Bramante, dove insegna e dove abbiamo realizzato una breve video intervista.

Perché dopo tanti anni di opposizione hai deciso di candidarti nuovamente?

Dopo 15 anni di opposizione e altrettanti di maggioranza forse avrei dovuto smetterla. Ma ad Ossona le cose vanno veramente male. Soprattutto abbiamo perso il senso della comunità. Dopo 15 anni il paese è spento, è ora di svegliarsi

Quali saranno le prime cose che farai, qualora eletto?

Darò ai giovani la gestione dell’auditorium. I giovani non hanno possibilità di realizzarsi, bisogna dare loro una spinta. L’altro aspetto da curare riguarda i nostri anziani. Avevamo in mente di fare una casa di riposo e poi non si è fatto più nulla. Ci vuole il cuore, quello che a mio parere è mancato in questi 15 anni. Manca la voglia di partecipare. Altra cosa che ho in mente di fare. Ogni secondo sabato mattina del mese intendo proporre il question time. In questo modo i cittadini ci faranno le domande che vorranno. Abbasseremo le tasse con le buone pratiche. Per esempio, in tema di raccolta rifiuti, chi differenzia meglio avrà dei vantaggi. E poi non c’è ancora un’area cani.

Quali vantaggi ritieni di avere rispetto agli altri candidati?

Penso di avere esperienza. 30 anni di amministrazione, e 28 anni di Anci non sono cosa da poco. Metterò al servizio di tutti quello che ho appreso

Un tuo commento sui fatti di Legnano e l’arresto di un sindaco e due assessori

Anzitutto sono davvero dispiaciuto dal punto di vista umano e sono stupito. Però in politica c’è questo vizio di dare la poltrona agli amici. Io ho tanti amici, ma non ho mai avuto una poltrona. Sono stato un giovane democristiano, espulso dalla DC nel ’90 e, da allora, non ho mai più avuto tessere. Mi sarebbe piaciuto il progetto Lega, ma purtroppo oggi i partiti o sono scatole vuote o sono solo interessi. Riferendomi al caso Legnano spero sia stato solo un modo di vedere le cose e non effettivamente corruzione. Critico il fatto, ma non la persona.

Cosa serve ad Ossona come prima cosa?

Ossona dovrebbe vivere sui suoi principi, laici e religiosi. Dobbiamo tornare a quei principi, alle tradizioni e alle cose che tengono insieme le persone.

Questa sera sesta presentazione della lista, con candidati tutti del paese ed età che variano dalla classe’46 al ’95.

Articolo precedenteCaso Legnano, i Sindacati: “Fiducia nella magistratura, riportare la legalità al centro del dibattito”
Articolo successivoRobecchetto con Induno: fiamme, nella notte, nel negozio da parrucchiera ‘Stile Style’