Ossario e villa Naj Oleari, l’intervento di Luca Del Gobbo: ‘Una vergogna’

202

 

MAGENTA – La prima reazione politica al gesto clamorosamente censurabile riportato da Fabrizio Valenti su Ticino Notizie, ossia il vandalismo a villa Naj Oleari e l’imbrattamento dell’ossario, arriva dal candidato sindaco del centrodestra (e attuale consigliere regionale) Luca Del Gobbo.

 

“Quello che avete riportato questa mattina è un gesto vergognoso e inqualificabile, che offende la Città di Magenta e i magentini.

Peraltro, dei gesti compiuti in un monumento simbolo della nostra città, dove riposano circa 5000 giovani soldati di diverse nazioni senza distinzione di bandiera sono caduti proprio durante la battaglia di Magenta nel 1859.

E’ stato un gesto incivile, compiuto peraltro in un momento tragico per Europa e per il mondo, che denota sempre di più la progressiva caduta di valori e riferimenti veri nella vita di tanti giovani. Tutto questo ci fa capire come ovunque ci sia una reale emergenza educativa, soprattutto in questo periodo post covid, che rende  necessaria anche una ricostruzione del nostro tessuto sociale, partendo e  puntando sopratutto sui giovani”, dichiara Del Gobbo.

 

Articolo precedenteVenerdì incontro di partecipazione sul nuovo programma degli interventi del Plis del Roccolo
Articolo successivoCarenza medici di base, Lega nelle piazze della Lombardia anche oggi