Ospedale di Magenta: “Non c’è nessuna bocciatura da parte della Commissione Paesaggio”

    84

    MAGENTA – “In relazione ad alcune notizie comparse a mezzo stampa e sui social riguardo all’intervento di ampliamento dell’ospedale di Magenta, si precisa che non c’è nessuna bocciatura da parte della Commissione Paesaggistica del progetto di ristrutturazione e razionalizzazione dell’area chirurgica Corpo F, che comunque non riguarda in alcun modo l’intervento già in corso di realizzazione del nuovo pronto soccorso. Su Corpo F si è invece tenuto un incontro con i progettisti, il responsabile del procedimento dell’ospedale e la Commissione Paesaggistica, dal cui verbale sono emerse 3 soluzioni progettuali al fine del superamento di alcune indicazioni sorte in sede di esame, soluzioni che devono essere ancora presentate. Spiace leggere informazioni errate su un argomento così rilevante per la nostra comunità”.

    E’ dovuto intervenire il sindaco Chiara Calati con una nota ufficiale per gettare acqua sul fuoco al ‘polverone mediatico’ sollevato nelle scorse ore a causa di una notizia mal interpretata riguardante i lavori al Corpo F del ‘Fornaroli’ diffusa da un settimana locale. E’ stato l’ex Assessore ai Lavori Pubblici e Territorio Enzo Salvaggio ad innescare la polemica salvo poi scusarsi pubblicamente.

    <<Oggi mi devo scusare perché mi sono fatto prendere dalla preoccupazione per la notizia letta su un settimanale locale. Solo ora riesco a correggere il tiro di quella che comunque rischia di essere una brutta grana sull’azienda ospedaliera rispetto a dei lavori che interesseranno utenti e lavoratori. L’oggetto della pratica paesistica non è il nuovo PS ma il seguente: “Adeguamento sismico edificio ospedaliero (corpo F) all’interno di una più generale ristrutturazione e razionalizzazione dell’area chirurgica del blocco operatorio e rianimazione dell’Ospedale di Magenta”>>.

    Già, scuse pubbliche ma la frittata (e la figuraccia politica) ormai era stata fatta. E stavolta ha avuto, gioco forza, vita facile il vice sindaco Simone Gelli a “mettere in rete” il più comodo degli assist involontariamente reso da Salvaggio:Dal Consigliere Salvaggio (Pd), che per cinque anni ha retto le sorti dell’assessorato all’urbanistica del nostro comune, ci si aspetterebbe un po’ di professionalità. Comunque per la cronaca la commissione paesaggio non ha pregiudicato proprio nulla. Per altro i rilievi della stessa non sono diretti alla realizzazione del nuovo Pronto Soccorso, bensì ad un piano del vecchio Corpo F. Spiace che si allarmino i cittadini in questo modo. Avanti con il progetto per rendere ancora più importante il nostro ospedale”.

     

    Articolo precedenteIncendio doloso distrugge negozio di parrucchiere a Rozzano
    Articolo successivoIl cammino lungo la Via Francisca del Lucomagno nell’est Ticino