NewsPolitica

Opera, Fusco sulle barricate contro Città Metropolitana: “Basta con gli autovelox!”

"Dovete finirla di spremere gli automobilisti come limoni"

OPERA – Proseguono le proteste di Ettore Fusco contro l’impiego degli autovelox sulle strade provinciali per fare cassa. A farne le spese, questa volta, con quelle telecamere che il Consigliere metropolitano della Lega definisce trappole, sono proprio i cittadini della sua Città e di tutte quelle sull’asse della Valtidone ex ss 412 “E così Città metropolitana attiva gli autovelox a Opera dopo avere acceso qualche lampione di quelli che aspettavamo da anni – tuona Fusco – sperando che restino almeno accesi fino alla prossima pioggia. Ma dove sono le barriere antirumore? E la segnaletica idonea? Ed il ponte pedonale di Noverasco? E quello ciclopedonale che procede con una lentezza irritante? E l’asfalto ammalorato? E la riclassificazione per consentire agli scooter di viaggiare da Opera a Milano?”

Tante sono le domande di Fusco che per anni, da Sindaco, si è battuto per questo tratto di strada che, in effetti, era l’unico illuminato, a due corsie e con un fondo dignitoso; ma prima di pensare a strumenti per fare cassa, ha spiegato il Consigliere di palazzo Isimbardi, “bisogna essere sicuri che la strada abbia tutto ciò che occorre per soddisfare le esigenze di chi deve percorrerla.”

“Anzi – aggiunge Fusco – questi strumenti per fare soldi teneteli a Milano dove Sala ha riempito di trappole la Città ottenendo il primato europeo di sanzioni elevate agli automobilisti limoni… da spremere.”

Così dalla mezzanotte del 19 ottobre gli impianti saranno attivi, come comunica Città metropolitana, ma solo nella fascia oraria notturna dalle 22 al 6 del mattino seguente.

“Complimenti anche per questa trovata – conclude Fusco – così compenseranno le poche sanzioni che perderanno di giorno, con gli apparecchi spenti ma fingendosi magnanimi mentre invece il traffico non consente velocità elevate e quindi sanzioni, con l’aumento del 30% previsto per le sanzioni notturne. Mai vista una cosa del genere!”

“Ma in quanto a sotterfugi e bugie Città metropolitana è maestra” conclude sarcastico Fusco; e del resto la Vicesindaco Arianna Censi, anche lei residente a Opera, non più di due settimane fa dichiarava in un video del PD locale che gli autovelox a pochi mesi dall’installazione scendono a incasso zero perché i cittadini imparano a rispettare i limiti. Eppure, spiega Fusco con il bilancio metropolitano alla mano, “nel 2019 quegli autovelox installati da anni hanno, invece, incassato 54 milioni di euro. Altro che incasso zero!”

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close