Nuoto paralimpico, Mondiali: adesso i cannibali sono due.. Barlaam e Amodeo nuotano nell’oro

424

 

FUNCHAL (Portogallo) – Un inizio con il botto. Simone Barlaam da Cassinetta di Lugagnano ha vinto l’Oro nei 100 farfalla, categoria S9, nel suo debutto ai Campionati Mondiali di nuoto paralimpico che si stanno svolgendo a Funchal, nell’isola di Madeira, in Portogallo.

Il medagliere Azzurro è stato integrato ancora dagli atleti della Polha di Varese: dopo Cannibale Barlaam ecco aggiungersene un altro: l’abbiatense Alberto Amodeo, noto a tutti per l’argento paralimpico nei 400 stile S8 vinto a Tokyo, conferma la sua supremazia, incoronandosi Campione del Mondo sulla stessa distanza con il tempo di 4’42″76. Una grande, anzi enorme soddisfazione per Abbiategrasso, Cassinetta e tutto l’abbiatense!

L’ENNESIMA MEDAGLIA DI BARLAAM

Già in mattinata, ieri nelle qualifiche Barlaam aveva mostrato l’ottimo stato di forma concludendo al primo posto la batteria. Ma il successo in questa gara non era affatto scontato. Perché a contendere il gradino più alto del podio nei 100 farfalla c’era quel William Martin, australiano, abbassato dalla classe S10 a S9, che sbucato dal nulla ai Giochi di Tokyo aveva vinto l’Oro in questa gara. Martin si presentava ai blocchi di partenza con il miglior tempo dell’anno. Ma non c’è stato niente da fare in questa occasione con un Barlaam in evidente stato di grazia, partito imperiosamente ai blocchi di partenza e arrivato alla virata dei 50 metri davanti all’australiano con un buon margine di vantaggio e l’incredibile parziale di 26 secondi. Vantaggio che è continuato da parte dell’azzurro nella seconda vasca e che ha mantenuto fino al tocco della piastra con l’ottimo tempo di 58.29, Record dei Campionati mondiali.

“Una gioia immensa! Mi sono preso la mia rivincita dopo Tokyo – afferma il campione milanese – L’Italia è partita forte e anche io non vedevo l’ora di scendere in acqua e portare il tricolore sul gradino più alto del podio. Ci aspettano ancora tante gare e questo è solo l’inizio!”

L’atleta milanese in forza alla Polha Varese e alle Fiamme Gialle con una gioia incontenibile dopo la vittoria si è lanciato in un urlo liberatorio, per poi abbracciare Federico Morlacchi, fratello di nazionale e di allenamenti, nel tripudio generale del pubblico presente sugli spalti, gli italiani e non, che hanno salutato l’impresa.

Le sfide di questo Campionato del Mondo per Simone sono solo all’inizio. Oggi (mercoledì 15 giugno) è atteso in vasca per i 100 stile libero, classe S9. Domani 16 giugno, avrà i 400 stile libero, S9. Venerdì 17 giugno gareggerà nei 100 dorso, S9. E il 18 giugno sarà impegnato nei 50 stile libero, S9, di cui è detentore dell’Oro Paralimpico di Tokyo.
Le qualificazioni sono al mattino e le finali al pomeriggio. Calendario e streaming della manifestazione sul sito e sul canale YouTube di
Paralympic Games

Alberto Amodeo

Articolo precedenteAbbiategrasso, riapre il PS a luglio/2: la nota di 5 Stelle e LCE
Articolo successivoMagenta: lite in pieno centro, giovane finisce al pronto soccorso