‘Non toccate i piccoli caprioli nel parco del Ticino’

    126

     

    PARCO DEL TICINO – Se trovi un piccolo capriolo non toccarlo e non disturbarlo, il tuo contatto gli costerebbe la vita.

    Nei mesi di maggio e giugno vengono alla luce i piccoli di capriolo. A chi frequenta il Parco del Ticino in questo periodo può quindi capitare di imbattersi, nell’erba alta di un prato o nel fitto del bosco, in un cucciolo nato da poco, che non reagisce alla presenza dell’uomo e che può sembrare abbandonato.

     

    Ma non è così: gli animali stanno bene e nei primi giorni di vita questo comportamento istintivo li mette al riparo dal rischio di essere predati.

    Per garantire la loro sopravvivenza non bisogna toccarli, ma lasciarli dove sono e allontanarsi rapidamente, così che la madre possa tornare ad accudirli.

    Se li toccassimo, anche solo per una carezza od una foto,  lasceremmo loro addosso il nostro odore e la madre al suo ritorno, sentendolo, li abbandonerebbe.
    Ricordiamo anche che il Parco non è un’area cani dove far scorrazzare indisturbato il nostro amico a quattro zampe e che quindi, in questo periodo più che in altri, (andrebbe fatto sempre) è fondamentale tenere i cani al guinzaglio.

    R.A.

    Articolo precedenteMagenta e il grande buio, di Emanuele Torreggiani
    Articolo successivoAbbiategrasso, in cerca di chi ha sparato alla gattina Dodo