Non è la Rai al circolino 27 anni dopo….di Massimo Moletti

218

Il 30 Giugno 1995 finisce una trasmissione cult degli anni ’90 che ha segnato i pomeriggi di moltissimi teenagers e non solo!!!! Non è la Rai!!!!!Nell’anniversario del 27 esimo anno della sua chiusura mi piace ricordare quei pomeriggi spensierati delle superiori a pane-libri e fi…..

Perché parliamoci chiaro il successo del programma erano queste ragazze poco più che bambine e appena maggiorenni che invadevano il piccolo schermo in cerca di un futuro nella grande azienda della tv …

 

 

Molti non considerano una cosa che la tv degli anni ’90 era popolarissima e non aveva l’invadente concorrenza dei media internet !!!quindi era la meta di ogni ragazza di bel aspetto della Nazione.

Poi il trucco sia che si parli di teatro, cinema, radio e giornali fino alla tv e ai social è semplicemente una …bisogna riempire dentro e fuori ….

In poche parole ci vogliono contenuti e chi li guardi è una regola che resisterà ad ogni innovazione tecnologica …domanda e offerta…

La tv del pomeriggio ha pubblico molto leggero e molto spesso non molto fine anche di grana grossa ma sono i potenziali acquirenti di domani ….

Figurine , cartelle , quaderni , diari l’oggettistica del programma spopolava con riviste e serie dedicate alle giovani eroine del piccolo schermo …

La trasmissione all’inizio fu data in gestione alla navigata Enrica Bonaccorti con l’intento di sembrare classe di liceo in gita con la bella prof ma sempre prof …anche un pelino rompi balle …

Poi passò a Bonolis e si ottenne effetto professore simpatico che dava sbirciate ma teneva la schiena dritta con voti e interrogazioni a sorpreso …poi la conduzione passò nel momento più alto e apoteosi generale alla giovanissima Ambra Angiolini che a soli 16 anni divenne popolarissima e contesa da ogni sponsor …

L’effetto era di auto gestione scolastica e lolita al potere ma molti maligni vedevano la teleguida di Boncompagni …

L’esperimento di mettere tante ragazze in trasmissione era già stato collaudato nelle edizione di fine anni 80 di Domenica in e il risultato fu eccellente come ascolti …

Il trucco più vecchio del Mondo funziona sempre e le regole sono sempre quelle …il programma deve fare parlare , deve essere criticato , odiato , offeso , ingiuriato suscitando la difesa d’ufficio e interessata di chi il programma lo ama …

L’indifferenza è la più brutta e crudele delle sentenze e giudizi perché il bel tacere non fu mai scritto perché fa molto male …

Queste ragazzine mandate al macello per poche lettere ai tempi non c’erano i profili social e mail ..in poche sono riuscite a farsi una strada in tv e cinema ma è l’emozione e il battito del cuore sperando in una splendida illusione …

Erano ragazze normali , della porta accanto , le belle del bar del paese , della classe , scuola , la fidanzata del fratello o cugino più grande inarrivabili ma accessibili …

Molti ragazzi hanno perso la testa  e la scuola ma l’ambiente di gita o con Ambra da Bigiata collettiva o uscita pomeridiana dopo la tesina di classe non aveva pari …

Sono state le prime influencer , you tube , tik toker …le prime con hater e followers perché il programma portava avanti i tempi …

Oggi sarebbero massacrate dai social ????? si ma anche difese e poi discusse in tv -tg e giornali quindi la formula inventata ben 30 anni fa è ancora vincente …

Perché il livello non è che si è abbassato ma tutti vogliono arrivare al loro livello …ovvero ..la gente oggi più che fare o vedere tv o video ama commentare e sentenziare i video e chi li fa.

La regola è semplicissima prendi un personaggio normale, si belloccio ma con un po’ di difetti e poche qualità e capacità portalo in auge …ci sarà chi lo ama e chi lo odia ma non passerà indifferente …perché!!!

Tutti si possono rispecchiare e raffigurare come dire potevo essere li anch’io tirando fuori l’ambizione e la presunzione ….tutto qui …

Non è la Rai è stata forse il nulla che ha lasciato qualcosa a molti di noi ragazzi anni ’90 …forse con tutte le nostre critiche i nostri figli e nipoti avranno qualcosa da ricordare …

Ricordo ancora le critiche pesanti e forse eccessive sul programma che segnò un’epoca con canzone di Vasco inclusa …

Oggi vediamo quel programma leggero come un segno dei tempi e più

Mai essere troppo critici con il presente perché poi sarà rivalutato in maniera esagerata e poco obbiettiva …

Comunque a me quel programma ha allietato i pomeriggi pallosi della vita di paese ed è già una buona cosa…

Massimo Moletti

 

 

Articolo precedenteDecenni di malgoverni e poche piogge: molteplici le cause della carenza Idrica. Di Laura Giulia D’Urso
Articolo successivoCitroen presenta nuova C4 X anche in versione elettrica