Nerviano: il Gruppo CAP al lavoro sulla rete fognaria ma senza scavi

    111
    NERVIANO – Inizieranno a fine luglio i lavori sulla rete fognaria di Nerviano in un tratto che percorre la Statale 33. Per risanare questo tratto di tubazioni verrà utilizzata una tecnologia no-dig che consente di non effettuare scavi, se non minimi, in corrispondenza dei punti di inizio e fine del tratto in via di risanamento. In questo modo non sarà necessario interrompere il traffico e si limitano i disagi creati alla circolazione e ai cittadini.

    Grazie alle tecnologie no-dig i cantieri hanno una durata minore ed essendo molto meno invasivi poiché non è necessario interrompere il traffico, riducono notevolmente i disagi ai cittadini; e cosa più importante, evitano le manomissioni di superficie eliminando così pesanti e negativi impatti sull’ambiente, sul paesaggio, sulle strutture superficiali e sulle infrastrutture di trasporto“, ha dichiarato il presidente Alessandro Russo (nella foto qui di lato).La sostenibilità di questo tipo di cantieri si evidenzia anche nel fatto che producono meno polveri e meno rifiuti, evitando quindi lo smaltimento delle vecchie tubazioni demolite e delle terre di scavo“. “Siamo di fronte a un importante intervento sulla rete fognaria con l’obiettivo di risolvere i disagi sollevati da diversi cittadini“, afferma il Sindaco Massimo Cozzi.

    Attraverso un intervento all’avanguardia, si agirà sull’arteria principale di Nerviano, limitando al minimo i disagi per la cittadinanza (impatto viabilistico limitato, maggior sicurezza, meno polveri) e risolvendo finalmente una situazione di criticità, presente da tempo. Ancora una volta, prosegue con successo la partnership con Gruppo CAP, ad unico esclusivo interesse dei Nervianesi“. Gli operai sono già al lavoro per le operazioni preliminari di pulizia della rete sulla quale si dovrà lavorare, a cui seguirà un breve stop di qualche settimana per l’approvvigionamento dei materiali. Conclusa questa fase, a fine luglio inizieranno i lavori veri e propri, che dureranno un mese circa.
    L’intervento prevede un investimento di 218.872 euro e fa parte dell’accordo quadro siglato da Gruppo CAP nei primi mesi del 2018: due lotti da 7,5 milioni di euro l’uno che riguardano il risanamento delle reti fognarie a gravità. (*fonte: OMNIMILANO)

    Articolo precedenteCarlo Pariani da Magnago ha scritto ‘C’era una volta l’Alfa’ (Romeo)
    Articolo successivoBareggio il giorno dopo: i GRAZIE di Silvia Scurati ed Ermes Garavaglia