News

Musica ed emozioni, con la Fanfara dei Carabinieri al teatro Lirico di Magenta

MAGENTA – E’ questa una serata che resterà negli archivi della storia della nostra città”, ha affermato convinto il sindaco Marco Invernizzi salutando dal palco del Teatro Lirico il pubblico intervenuto, domenica sera, al Concerto della Fanfara del III Reggimento Carabinieri ‘Lombardia’, diretta dal Maestro Mar. Ord. Andrea Bagnolo.  E non ci sentiamo di dargli torto, perché i trenta militari, deposte le armi di ordinanza e cappello con il pennacchio, hanno regalato con generosità ai presenti tanta bella musica. Davvero nutrito, infatti, il programma della serata (introdotta dal vice sindaco Paolo Razzano) che li ha visti impegnati in brani operistici (il cigno di Busseto l’ha fatta da padrone), fantasie militari, musiche di guerra, ma anche di pace, quali l’omaggio a Giovanni d’Anzi o il ‘Vorrei danzar con te’, notissimo trascinante brano tratto da ‘My fair Lady’, superbamente cantato – come molti altri dei pezzi proposti – dal soprano Daniela Stigliano.  Dall’esecuzione iniziale de ‘La Fedelissima’, la marcia dell’Arma, a quella finale e corale dell’Inno di Mameli, tante emozioni sono rimbalzate dal palco alla platea occupata nelle prime file da autorevolissime presenze civili, militari, religiose. Una bella serata per Magenta, la cui pagina risorgimentale è stata ricordata insieme alla storia dei Carabinieri e ai tanti fatti che ‘Da Casa Giacobbe’ hanno portato ‘a Vittorio Veneto’ (tale è il titolo del progetto promosso da Amministrazione comunale, Pro Loco e altre Associazioni per celebrare il Centenario della Grande Guerra). E ancora, continuando con l’ emozione, ma forse nel merito è meglio parlare di commozione,  grande è stata quella del Lgt Francesco Caputo, a Magenta dal 1980,  cui sono stati consegnati due riconoscimenti: uno da parte di Antonello Rota, presidente del Carosello Storico ‘3 Leoni’ di Somma L., “per l’impegno profuso con i suoi Carabinieri nel servizio di assistenza e di ordine pubblico in occasione delle 22 edizioni della Rievocazione storica della Battaglia”, e uno –  una sorpresa tale da levargli quasi la parola – dal Sindaco e dal presidente della Pro Loco, Pietro Pierrettori, a nome della comunità cittadina “riconoscente per il servizio a tutela della propria sicurezza e serenità”. Poi, per finire, ultima ma non l’ultima, ecco l’emozione espressa dal Prefetto di Milano, Alessandro Marangoni, “sono figlio di un carabiniere, stasera, qui, con voi, mi sono sentito a casa”( a proposito del ‘qui’, riferendosi al nostro Lirico, Marangoni ha affermato “.. è un vero gioiello … tenetevelo caro”) .

Franca Galeazzi14993557_1499366796745289_7512192907816156666_n14910326_1499367183411917_7013549315731736538_n

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi