NewsPolitica

Moschea: è ancora scontro. Bussolati contro Gelli (che gli risponde per le rime)

Il vice sindaco: "Forse dovrebbe cambiare i suoi informatori territoriali..."

MILANO – “Sostegno al PD di Magenta raggiunto in queste ore dagli attacchi da parte del vicesindaco, Simone Gelli, e della Lega, in evidente imbarazzo, dopo la notizia dell’incontro avvenuto un anno fa, in piena campagna elettorale, fra la comunità pakistana ed alcuni esponenti leghisti. Fanno i paladini della demagogia contro i musulmani, salvo poi – in campagna elettorale – promettere luoghi di culto, al limite del voto di scambio. E adesso, per distogliere l’attenzione, cercano in modo patetico di rigirare la frittata. La verità è che la maggioranza che governa la città ha un grosso problema che si chiama incapacità amministrativa. Venuta fuori in maniera goffa e plateale una settimana fa, con la sindaca Chiara Calati che nega ai cittadini la possibilità di utilizzare la tensostruttura per celebrare la Messa in occasione della festa del rione San Rocco“.

Così in una nota il segretario metropolitano e consigliere regionale del PD, Pietro Bussolati, in merito alla polemica scoppiata a Magenta sul tema dei luoghi di culto e sugli attacchi ricevuti dal PD locale da parte della Lega.

Razzano e Pietro Bussolati

 

 

Al Consigliere del Pd Bussolati, consiglio di cambiare gli informatori territoriali, gli passano notizie false e poco precise; non prendo poi lezioni di moralità politica da chi in Regione Lombardia avrebbe voluto una plateale sanatoria proprio per le moschee abusive sul territorio lombardo.

“Al consigliere del Pd, Bussolati, rispondo che sono imbarazzato per le sue dichiarazioni che evidentemente gli sono passate da informatori poco credibili e peraltro poco presenti sul territorio. Mi viene da sorridere che un Consigliere del Pd che solo pochi giorni fa, insieme al suo gruppo, era concorde per una completa sanatoria per le moschee abusive insediatesi in Lombardia, venga a parlare di voto di scambio e di irregolarità nella nostra città. Fa sorridere che il Pd magentino si faccia sponsorizzare da un consigliere regionale che nemmeno mi conosce e che quindi non può giudicarmi da un punto di vista né morale né tanto meno di correttezza a livello politico. Che Bussolati, che certo non è un politico che si aggira nelle nostre vie e nelle nostre piazze tutti i giorni, possa poi parlare di incapacità amministrativa della nostra amministrazione, è una assoluta barzelletta che nemmeno fa ridere. Ribadisco che il sottoscritto non ha mai promesso nulla alla comunità musulmana di Magenta; rigetto con forza le accuse di voto di scambio che mi vengono affibbiate in questi giorni da persone che non si capisce perché non abbiano eventualmente denunciato prima una ipotetica situazione di irregolarità. Il Consigliere Bussolati si informi meglio sulla mia persona.

 

 

 

 

 

 

 

Il vice sindaco Simone Gelli

Scoprirà che proprio il sottoscritto nel 2008, in qualità di assessore alla sicurezza del Comune di Magenta, contribuiva alla chiusura di una moschea abusiva proprio nella nostra città. Il Consigliere Bussolati, potrà, conoscendomi, verificare che da 16 anni ad oggi, ovvero da quando faccio politica attiva nella mia città, la mia posizione e quella della Lega Nord sulla ipotetica realizzazione di una moschea è sempre stata una e una soltanto: NO. Ricordo al consigliere regionale in questione che accusarmi di voto di scambio, senza fornire una benchè minima prova di quanto si sta sostenendo, risulta essere altamente diffamatorio quanto calunnioso. Ma oggi molti nel Pd, sanno fare solo questa politica. Tirare fango e nulla più. Per fortuna gli elettori se ne sono accorti a Magenta cosi come in Regione Lombardia, così come a livello Nazionale, relegando il Pd all’opposizione e soprattutto facendo perdere moltissimi consensi nel centro sinistra. Auguro al Consigliere Bussolati miglior fortuna. A volte a tacere o meglio informarsi, si fa una miglior figura. Sfornare dichiarazioni ambigue, poco argomentate e che contengono accuse gravi non corroborate da alcun elemento probatorio, non certo può fornire lustro ad una decadente politica che il Pd sta ormai perseguendo da qualche tempo. Confido però che gli esponenti Pd, continuino su questa falsa riga: insulti tanti, contenuti, zero.” – Così il Vicesindaco di Magenta in risposta al comunicato stampa, del consigliere del Pd, Bussolati

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi