Mini atleti in campo. Ricomincia lo sport nelle palestre di Magenta, il basket ricorda i campioni- di Arabella Biscaro

329

MAGENTA  Con le attività sportive nelle palestre delle scuole dopo l’orario delle lezioni, torna la voglia di allenarsi, sempre in sicurezza.

MAGENTA – Sono stati tanti gli sport e, di conseguenza, i bambini e i ragazzi, che sono stati penalizzati dalle varie restrizioni dovute all’emergenza sanitaria. Tra queste, il fatto che le palestre all’interno delle scuole dovessero rimanere chiuse all’utenza esterna.

Se per le attività all’aperto il problema è stato ed è relativo, per gli sport che si trovano ad essere proposti nelle palestre il discorso è diverso. Ma seguendo i protocolli delle rispettive Federazioni, i responsabili e gli istruttori delle diverse associazioni sportive del territorio hanno predisposto gruppi e orari di allenamento, che mostrano finalmente spiragli verso la normalità.

Si è voltata pagina da questo punto di vista, proprio in queste settimane.

La palestra della scuola Santa Caterina, ad esempio, è tornata ad ospitare il basket. Ma quello spazio è stato campo di allenamento di atleti e istruttori andati negli anni anche in nazionale e in squadre prestigiose.

Ci siamo rivolti a Simone Bagatti, responsabile tecnico di ASD Pallacanestro Magenta e Baskettiamo Vittuone. “Sono passati tanti anni per alcuni nomi, ma consultandomi con le memorie storiche del basket a Magenta, Ezio e Roberto, questa è la ricostruzione quasi completa…” Inizia così una serie di nomi e cognomi che negli anni hanno portato Magenta in giro per l’Europa e il mondo. Tra questi, Bagatti ricorda Alessandro Chiodini, che era nel roster dell’Olimpia anni ’80, vincitore di tutti i titoli nazionali e internazionali dell’epoca. Alessandro Priuli, che ha giocato nelle giovanili Olimpia Milano, con presenze nei campionati nazionali. Umberto Colombini, giocatore fino alla serie B ha girato tutta Italia, ma è stato anche istruttore MB a Magenta e in val d’Aosta per diversi anni.

Non mancano gli allenatori, come Roberto Riccardi, allenatore serie A e nazionali italiane giovanili, campione d’Europa Under 18 nel 2019, nonché socio fondatore dell’A.S Baskettiamo Vittuone, con il quale ha disputato innumerevoli finali nazionali giovanili e campionati senior nazionali di tutto rispetto. Andrea Trinchieri, allenatore di seria A italiana nell’Olimpia Milano (dove ha lavorato sia con i giovani – con cinque finali nazionali – sia con la prima squadra come assistente di diversi allenatori) e in Europa di diversi club professionistici tra cui F.C. Bayern München Basketball e di alcune nazionali, tra cui la Grecia. Ezio Romolo, allenatore a Firenze in A2, socio fondatore e cuore pulsante del Basket Magenta per decenni.

Insomma, tanta storia, ma lo sport guarda al futuro: “Il nostro impegno, infatti, è quello di avvicinare i bambini allo sport e di sviluppare le loro capacità, innanzitutto per divertirsi. Quando impegno e talento si trovano combinati è poi una grande soddisfazione per tutti”, commenta Bagatti.

In tutto questo, un ruolo importante è giocato dalla manutenzione di strutture così tanto utilizzate, proprio come lo è la palestra della scuola Santa Caterina.

Anni fa sono stati rifatti gli spogliatoi e a inizio 2019 “abbiamo rifatto l’impianto di illuminazione rendendolo a Led e quindi efficientando il tutto – conferma Luca Aloi, Assessore allo Sport del Comune di Magenta, sollecitato sulla questione – ci son stati più ripristini del manto del campo e alcune manutenzioni negli spogliatoi. Purtroppo, le criticità su altre strutture limitano le forti azioni di rinnovamento. Man mano che le emergenze trovate durante il nostro percorso si esauriranno, avremo le finanze per rinnovare anche una palestra storica come quella della Santa Caterina”.

Articolo precedenteMilano: 31enne accoltellata in corso Como, è grave
Articolo successivoHannah Arendt e Martin Heidegger: un amore- di Emanuele Torreggiani