CronacaNews

Milano- Torino il giorno dopo/2: Magenta supera la prova di maturità

La soddisfazione del sindaco e del suo vice Gelli che elogia il lavoro di Forze dell'Ordine e volontari

MAGENTA –  Magenta ha indossato l’abito della festa per la classicissima della Milano Torino, la più antica gara in linea del panorama mondiale, la cui prima edizione risale addirittura al 1876. La macchina organizzativa si è messa in moto fin dal pomeriggio di martedì, quando, in Casa Giacobbe è stato allestito il ‘Quartier Tappa’ con l’arrivo delle squadre partecipanti direttamente dalle ‘Tre Valli Varesine’.

L’Amministrazione comunale, grazie anche alla preziosa collaborazione della Pro loco, ha organizzato un’accoglienza con stand e souvenir della città.  Quindi, fin dalle prime ore della mattinata di ieri, era palpabile il clima di festa,  ma allo stesso tempo di concitazione, con un grande dispiegamento di forze dell’ordine, volontari contrassegnati con la pettorina, e protezione civile. Come anticipato dal sindaco Chiara Calati, così come dai Comandanti della Polizia locale Monica Porta e Massimo Simone dell’Arma dei Carabinieri, nulla è stato lasciato al caso. Vie del centro sbarrate e percorribili solo a piedi o con la bicicletta (ma accompagnata in mano) e molti negozi che hanno realizzato vetrine a tema. In piazza Liberazione dalle 10,30 in avanti hanno sfilato sul palco i campioni delle squadre al via, mentre in piazza Mercato molti curiosi si sono dati appuntamento per uno scatto o una visita sul pullman dei vari gruppi ciclistici.  Poi, alle 11,30 il via con tanti nomi di spicco del ciclismo, come il neo Campione del Mondo su strada, Alejandro Valverde, Miguel Angel Lopez, Gianni Moscon, Thibaut Pinot, Adam Yates, il secondo classificato della Vuelta a España Enric Mas, Bob Jungels, Tim Wellens, Rafal Majka, Bauke Mollema, Rui Costa, Dan Martin, Fabio Aru, Ilnur Zakarin, Warren Barguil, Tiesj Benoot, Giovanni Visconti, Domenico Pozzovivo e Wilco Kelderman. Pubblico in estasi senza distinzione d’età. C’erano i bambini  – moltissimi, vista la chiusura delle scuole – ma anche gli afecionados del pedale ormai avanti con gli anni ma che ogni mattina salgono in sella e macinano chilometri. Il circuito cittadino da piazza Liberazione si è poi incanalato verso la basilica di San Martino per poi proseguire lungo la via Roma e la via Novara per poi uscire sulla Statale in direzione della frazione di Pontenuovo da dove è scattata la corsa vera e propria. Numeroso il pubblico considerato la giornata feriale e diverse le  autorità istituzionali presenti, come i consiglieri regionali Luca Del Gobbo e Silvia Scurati e il sindaco di Abbiategrasso Cesare Nai. “Magenta ha saputo cogliere un’opportunità incredibile ospitando la grande classica di ciclismo giunta alla 99’ edizione” queste le parole del sindaco Chiara Calati che è andata al seguito della gara insieme all’assessore Luca Aloi.Dopo tanto lavoro, questa mattina è stata una grande soddisfazione per tutti. Vorrei ringraziare la Polizia Locale di Magenta, i Carabinieri e la Polstrada, la Protezione Civile, tutti i volontari delle tante associazioni magentine che lungo tutto il percorso hanno sorvegliato i varchi delle nostre strade, tutti i dipendenti del Comune di Magenta ed i tanti cittadini che hanno seguito tutte le fasi della partenza. Uno spettacolo unico che ha ripagato dei mesi di grande lavoro, per garantire la sicurezza della manifestazioneha aggiunto il vice sindaco Simone Gelli.

 

Fabrizio Valenti

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi