+Milano, scarcerata donna 85nne: ‘non è pericolosa’. Meno male…

182

 

MILANO  Non si ravvisa “nell’immediato il rischio di condotte recidivanti di rilevante allarme sociale”. Lo scrive il Tribunale di Sorveglianza di Milano nell’ordinanza con cui ha disposto il differimento della pena in via provvisoria, senza alcuna misura a suo carico, per la donna di 85 anni finita in carcere il 27 settembre scorso per una condanna del 2018 diventata definitiva per occupazione abusiva di immobile e scarcerata oggi.

Di fatto la donna è tornata libera, anche se poi sarà un collegio di giudici della Sorveglianza a dover confermare il provvedimento provvisorio. Dall’ordinanza risulta che è stato compiuto un accertamento medico, disposto dal Tribunale, con esiti arrivati il 3 ottobre scorso e nel quale si dà atto che l’anziana “è affetta da patologie non gravi” e che “tuttavia necessita di assistente alla cura h24” e non “è in grado di compiere gli atti quotidiani della vita in maniera autonoma”. Nell’ordinanza si spiega anche che sono ancora in corso “gli accertamenti relativi alla idoneità del domicilio proposto dalla condannata”, presso una parente in provincia di Novara. Ad ogni modo, data la sua “condizione”, i giudici hanno deciso per il differimento pena “senza ulteriori misure”

Articolo precedente+Omicidio Carol Maltesi: negato all’omicida il rito abbreviato
Articolo successivoPonte Barche e Ponte Becca, interrogazione dei 5 Stelle in Regione