CronacaNews

Milano, ospedale Niguarda (quasi) Covid free: il racconto dei giorni peggiori

 

MILANO Nel reparto ‘Corona-5’ dell’ospedale Niguarda di Milano sono rimasti due pazienti. “Quasi Covid-free: da tre settimane non vediamo più persone con problemi respiratori. Abbiamo due positivi non gravi, e altri due pazienti, ora negativi, entrati per Covid, che stanno guarendo”. Lo racconta Roberto Fumagalli, direttore del dipartimento di Anestesia e rianimazione dell’ospedale milanese e professore all’università Bicocca, ricordando che “a marzo-aprile arrivavano ogni giorno 4-5 persone con insufficienza respiratoria acuta da Covid, una condizione potenzialmente letale. Nel momento peggiore abbiamo avuto 74 pazienti intubati”.
      “La mortalità qui al Niguarda è stata del 35% tra i pazienti più critici, gli altri ci hanno messo 2-3 settimane a guarire”. E sono stati salvati due pazienti gravi su tre. “Mi viene in mente solo una parola: fatica. La colgo – racconta Fumagalli – ancora oggi negli occhi dei miei colleghi, medici e infermieri, insieme alla paura.
Abbiamo visto persone morire sole, facevamo il possibile per trasmettere i loro messaggi ai parenti e viceversa. L’epidemia ci è costata tanto umanamente. Abbiamo temuto di ammalarci, contagiare le famiglie”

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi