Milano, 4500 persone all’Open Night della ricerca

162

 

MILANO – Venerdì sera, oltre 4.500 persone hanno affollato il Museo nazionale scienza e tecnologia in occasione dell’Open Night , una serata gratuita in occasione della Notte europea delle ricercatrici e dei ricercatori.

Dopo tre anni, un grande ritorno della manifestazione, annullata nel 2019 a causa di uno sciopero generale e nel 2020 e 2021 per la pandemia. Tra le proposte di maggior successo gli incontri dedicati al tema dello spazio e dell’astronomia, biotecnologie in ambito medico, intelligenza artificiale e metaverso. Tutte esaurite le attivita’ speciali e nei laboratori interattivi e le visite al sottomarino Toti. “Di questa serata tutti i nostri visitatori, i relatori e tutti noi del Museo, conserveremo la bella sensazione di un’atmosfera gioiosa, vivace, intelligente e fertile. Una serata speciale che ha messo in relazione ricercatori e scienziati con molti giovani, curiosi di vivere il Museo in modo libero e diverso dal solito. Tanti v olti di ogni eta’ e famiglie, attenti all’attualita’ scientifica e dimostrando il desiderio di voler vivere con consapevole partecipazione l’innovazione, lo sviluppo e il progresso, non solo quello tecnico-scientifico, ma anche un rinnovato sentire umanistico. Cio’ rappresenta la nostra visione-missione, ancora piu’ preziosa in uno scenario complesso. Grazie a quanti, in modo diverso, hanno contribuito al successo di questa Open Night”, commenta Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo.

Articolo precedenteMilano: due ventenni accoltellati nella notte della movida
Articolo successivoMilano, Coldiretti e Giorgia Meloni concordi: STOP al cibo sintetico