Microcredito nel Legnanese, fino a 1000 euro per famiglie in difficoltà

185

 

LEGNANO  Le iniziative per sostenere le famiglie in difficoltà nell’attuale situazione di crisi, derivante dagli effetti della pandemia e ora acuita dal caro energia e dall’aumento dei prezzi, non mancano nella città di Legnano e nell’Alto Milanese.

Una delle più rilevanti è quella del microcredito, azione attivata nell’Alto Milanese nell’ambito del progetto “Solidarietà in Circolo” nel contesto del Fondo Povertà istituito dalla Fondazione Comunitaria Ticino Olona e coprogettato con enti del terzo settore del territorio (https://www.fondazioneticinoolona.it/fondo-poverta ), che per far fronte alla nuova emergenza economica si vuole rilanciare con forza. La sua finalità è quella di dare una risposta concreta alle difficoltà economiche e lavorative di tante famiglie del territorio emerse in modo drammatico a causa della pandemia e recentemente aggravatesi anche per l’inflazione e il caro bollette. Si intende sostenere chi nell’immediato ha una necessità di liquidità per i costi della vita quotidiana o di affrontare spese urgenti e necessarie senza averne nella contingenza la disponibilità delle risorse. I cittadini dei comuni dell’Alto Milanese possono sin da subito fare richiesta di un prestito straordinario gratuito dell’ammontare massimo di 1.000 euro (si tratta dunque di un microcredito con finalità sociale). Le erogazioni avverranno nei limiti delle risorse disponibili. I cittadini legnanesi godono di risorse aggiuntive solo ad essi dedicate messe a disposizione dal Comune di Legnano al fondo povertà per il progetto Solidarietà in Circolo, che consentiranno di soddisfare un maggior numero di richieste. Non c’è un termine per le richieste ma occorre affrettarsi perché si procederà fino ad esaurimento dei fondi e fino alla conclusione del progetto prevista per fine anno. Il prestito è restituibile senza ovviamente interessi (è un’anticipazione sociale) per un massimo di 20 rate a partire dal secondo mese dall’erogazione, attraverso un piano di rientro elaborato dal beneficiario insieme all’assistente sociale e all’educatore finanziario del progetto. Il microcredito è da intendersi infatti come strumento atto a salvaguardare l’autonomia, la responsabilità, le capacità di chi riceve il prestito, mettendolo nella condizione di superare il problema temporaneo, restituendo nel tempo il beneficio ottenuto. Si tenta di innescare un circolo virtuoso, in cui l’aiuto si rigenera con le restituzioni, innescando un vero e proprio valore sociale. I richiedenti il microcredito troveranno nel progetto anche il supporto di educatori finanziari, per essere aiutati nel gestire al meglio la propria economia familiare, i propri consumi, l’indebitamento. COME ADERIRE – Per richiedere informazioni e presentare richieste di microcredito è necessario mandare una mail all’indirizzo solidarietaincircolo@gmail.com, indicando nome, cognome, indirizzo di residenza, numero di telefono.

Gli operatori del progetto ricontatteranno gli interessati e verrà verificata l’ammissibilità della richiesta.

PER SOSTENERE IL PROGETTO: https://www.fondazioneticinoolona.it/castanese-legnanese-solidarieta-incircolo INFO e CONTATTI: solidarietaincircolo@gmail.com – www.forumterzosettorealtomilanese.it – FACEBOOK

ForumTerzoSettoreAltoMilanese LA RETE DEL PROGETTO: Associazione Una Casa per Pollicino (ente capofila); Cooperativa Intrecci; ACLI Circolo di Legnano; Associazione Cielo e Terra; Associazione Diaconia; Caritas Decanato di Legnano; Cooperativa LULE; Associazione Anteas Legnano Magenta; Auser Ticino Olona. Con la partecipazione del Forum Terzo Settore Alto Milanese e l’adesione del Piano di Zona dell’Alto Milanese

Articolo precedenteRugby, serie A: Parabiago, terza vittoria
Articolo successivoDa Regione Lombardia 150mila euro contro la violenza sulle donne