meteoNews

#MeteoSincero, le previsioni settimanali di Marcello Mazzoleni e le foto di Luciano Milan

 

Come sarà il #MeteoSincero della settimana? Pubblico eccezionalmente la mia idea sul tempo che immagino farà, in quanto giovedì sera avremo in programma una “turisti nel nostro territorio” a Magenta e ci interessa sapere con precisione l’evoluzione meteo.

Tra l’altro, la dinamica è talmente semplice da descrivere che sarebbe un vero peccato non farlo, trattandosi di una configurazione barica tra le più frequenti che si verificano nelle stagioni di mezzo. La nostra Penisola si troverà infatti coinvolta fino a mercoledì in un flusso ondulato nordatlantico, il quale si attenuerà temporaneamente giovedì grazie al transito di un promontorio anticiclonico mobile, seguito tra venerdì e domenica da una nuova ripresa del medesimo flusso instabile nordatlantico, con formazione di una circolazione depressionaria sul Tirreno. Vediamo di seguito la sintesi del tempo che immagino farà, con riferimento esclusivo alle zone qui tra est Piemonte e ovest Lombardia.

LUNEDI’ sarà una giornata all’insegna di una spiccata instabilità atmosferica, con estesi passaggi nuvolosi tra mattino e pomeriggio con associate piogge e rovesci sparsi ed intervallati da pause di varia durata sui rilievi e zone pedemontane sin dal mattino, con fugaci schiarite durante le pause nelle precipitazioni. Sulle zone di pianura avremo invece estesa nuvolosità con parziali schiarite sino al primo pomeriggio, fatti salvi residui addensamenti al primo mattino con brevi rovesci. Fra il primo pomeriggio ed il tardo pomeriggio formazione di nuovi rovesci e temporali sparsi e di varia durata intervallati da schiarite laddove le nubi saranno temporaneamente meno compatte. In serata rapida attenuazione e successivo esaurimento dei fenomeni sia sui rilievi che in pianura, con aperture stellate che diverranno più ampie nel corso della notte successiva.

MARTEDÌ e MERCOLEDÌ saranno due giornate instabili sui rilievi e zone adiacenti e più stabili in pianura. Immagino tempo in netta prevalenza soleggiato fra mattina e primo pomeriggio, con varia nuvolosità a tratti estesa in transito o in evoluzione nell’azzurro. Dal primo pomeriggio e sino al tramonto sviluppo di addensamenti diffusi con fugaci schiarite laddove la nuvolosità sarà temporaneamente meno compatta, con rovesci e temporali sparsi sui rilievi e zone pedemontane, locali in alta pianura, di varia durata e intensità, isolatamente accompagnati da raffiche di vento e da grandinate. Su medio-bassa pianura fenomeni perlopiù assenti e prevalenza del soleggiamento sugli addensamenti grazie all’effetto inibente della ventilazione sudoccidentale, come meglio descritto più avanti. In serata rapida cessazione dei fenomeni ove presenti, graduale dissolvimento della nuvolosità e aperture stellate su tutti i settori, vieppiù ampie nel corso della notte successiva.

GIOVEDÌ sarà la giornata più stabile della settimana, a motivo del transito del suaccennato promontorio anticiclonico mobile. Immagino dunque tra mattina e pomeriggio tempo in larga parte soleggiato in pianura con coreografici passaggi nuvolosi e cumuli in evoluzione nell’azzurro, con albe e tramonti molto suggestivi. Tempo in prevalenza soleggiato sui rilievi e zone pedemontane, con formazione di addensamenti cumuliformi più estesi fra tardo pomeriggio e prima serata sulle zone montuose ma senza fenomeni significativi o al più locali brevi rovesci. Nel corso della serata e della successiva notte nuvolosità in diradamento su tutti i settori con ampi spazi stellati. Di conseguenza, la “turisti nel nostro territorio” che abbiamo in programma a Magenta giovedì sera con ritrovo alle 20.45 in Piazza Mercato è stra-confermata!

VENERDÌ tra mattina e primo pomeriggio tempo in larga parte soleggiato con nuvolosità in transito a tratti estesa e cumuli in evoluzione nell’azzurro. Fra tardo pomeriggio e sera nuova accentuazione dell’instabilità atmosferica ad opera dell’avvicinarsi di un nuovo impulso a carattere freddo in quota di matrice nordatlantica con sviluppo di rovesci e di temporali diffusi sui rilievi e pedemontane e sparsi in pianura, di varia durata e intensità, con isolate grandinate e raffiche di vento.

SABATO e DOMENICA permarrà una spiccata instabilità con tempo in prevalenza soleggiato fra mattina e primo pomeriggio, con varia nuvolosità a tratti estesa in transito o in evoluzione nell’azzurro. Dal primo pomeriggio e sino al tramonto si formeranno addensamenti con fugaci schiarite laddove la nuvolosità sarà temporaneamente meno compatta. In concomitanza degli addensamenti assisteremo allo sviluppo di rovesci e temporali sparsi sui rilievi e zone pedemontane e locali in pianura, di varia durata e intensità, isolatamente accompagnati da raffiche di vento e da grandinate. In serata rapida cessazione dei fenomeni ove presenti, graduale dissolvimento della nuvolosità e aperture stellate vieppiù ampie nel corso della notte successiva.

Trattandosi di una settimana caratterizzata da instabilità e dunque da estensione dei fenomeni non uniforme, ricordo che con l’aggettivo “diffuso” si intendono fenomeni che coinvolgono la quasi totalità di un’area, con “sparso” circa la metà, con “locale” una esigua porzione (ne consegue che con fenomeni locali, la maggior parte delle zone non vede precipitazioni) e con “isolato” soltanto rare località e di conseguenza la fenomenologia descritta risulta perlopiù assente. Aggiungo anche il limite delle nevicate, che sui nostri rilievi si attesterà in genere al di sopra dei 2000-2300 metri di quota per l’intera settimana.

Le TEMPERATURE si manterranno per l’intera settimana ancora al di sotto della norma stagionale, con minime in pianura in genere comprese fra i 9 e i 12 gradi e massime perlopiù comprese tra 16 e 19 gradi lunedì, tra 21 e 24 da martedì a giovedì, tra 19 e 22 venerdì e sabato e tra 20 e 23 gradi domenica.

Per quanto riguarda infine i VENTI, questi saranno generalmente deboli a regime di brezza, ovvero con componente notturna e al primo mattino in prevalenza settentrionale, mentre fra tardo mattino e tarda serata la ventilazione si disporrà dai quadranti meridionali fino a mercoledì e da quelli orientali tra giovedì e domenica. Da segnalare che sulle aree oltrepadane e in medio-bassa pianura, tra martedì e mercoledì la ventilazione sarà a carattere di marino nel tardo pomeriggio e in serata. Soltanto nelle fasi precedenti e contestuali ai temporali vi saranno raffiche anche significative, come avviene da sempre in natura durante le manifestazioni temporalesche. Stesso discorso per quanto riguarda la grandine, che isolatamente da sempre è prerogativa delle celle temporalesche, in particolare quando alle medie quote è presente aria fredda che favorisce la formazione ed il mantenimento del chicco di ghiaccio. Doverosi questi ultimi cenni, in un’epoca in cui la facilità di documentazione e di diffusione delle informazioni, nonché di accesso alle medesime può indurre erroneamente a credere che la frequenza dei fenomeni violenti sia aumentata.

Grazie come sempre per l’attenzione e per la pazienza di esserci spinti sin qui nella lettura, invito ciascuno a verificare di persona la rispondenza al vero dell’idea sul tempo che abbiamo appena letto e… che sia un’ottima settimana per ciascuno di noi.

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi