meteoNews

#MeteoSincero, le previsioni di Marcello Mazzoleni e le foto di Luciano Milan

 

Come sarà il #MeteoSincero della settimana?

La nostra Penisola si troverà sul margine orientale di un campo anticiclonico esteso dall’Atlantico sin sul Mediterraneo occidentale, lungo il quale seguiteranno a scorrere masse d’aria fredda per il periodo, provenienti da alte latitudini, con maggiori effetti in termini di precipitazioni sui versanti esteri delle Alpi, sul medio-basso versante adriatico, al sud peninsulare, in Sardegna e in Sicilia, a motivo dell’insediamento di una circolazione depressionaria che resterà attiva sul Mediterraneo centrale e che si esaurirà nel weekend quando l’instabilità insisterà soltanto sulle regioni joniche. Nella giornata di martedì un parziale cedimento del campo barico favorirà condizioni di instabilità atmosferica anche qui al nordovest. Come sempre accade con queste configurazioni, qui al nordovest siamo infatti protetti dalla catena alpina e possiamo beneficiare in ogni caso di condizioni del tempo decisamente migliori rispetto al resto d’Italia. Vediamo ora l’evoluzione che immagino nel dettaglio qui tra est Piemonte, ovest Lombardia e canton Ticino.

 

Martedì 10 sarà infatti una giornata con tempo spiccatamente instabile, e così nottetempo e al primo mattino avremo rovesci e temporali sparsi sui rilevi e locali in pianura. La giornata sarà poi in prevalenza soleggiata fra il primo mattino e il primo pomeriggio, con varia nuvolosità a tratti estesa in transito o in evoluzione nell’azzurro. Dal primo pomeriggio sui rilievi e dal tardo pomeriggio anche in pianura si formeranno nuovi addensamenti fino a cielo da nuvoloso a coperto a partire dai rilievi in spostamento verso le zone pedemontane e la pianura, ove vi saranno maggiori schiarite soleggiate e la nuvolosità sarà meno compatta. In concomitanza di tali addensamenti assisteremo allo sviluppo di rovesci e temporali sparsi sui rilievi e zone pedemontane e locali in pianura e in Appennino pavese e alessandrino, di varia durata e intensità. In tarda serata graduale cessazione dei fenomeni ove presenti e contestuale dissolvimento della nuvolosità con aperture stellate vieppiù ampie nel corso della notte successiva, fatti salvi residui locali addensamenti che si attarderanno nel corso della notte con rovesci e colpi di tuono in esaurimento entro il primo mattino. Neve sui rilievi oltre i 2000-2300 e localmente a quite inferiori, anche per episodi di neve granulare o graupeln.

Mercoledì 11 sarà la classica giornata associata al rientro di masse d’aria dalla porta della bora al seguito del passaggio instabile e dunque durante la notte e al mattino avremo ancora estesa nuvolosità e residue locali deboli precipitazioni a tratti lungo i rilievi, a prevalente carattere di breve rovescio. Poi, dal tardo mattino si apriranno spazi di azzurro vieppiù ampi col passare delle ore con tempo soleggiato fino a cielo da nuvoloso a poco nuvoloso e azzurro per nubi medio-alte e cumuli nel pomeriggio. Cielo poi in prevalenza poco nuvoloso e stellato in serata con una sfavillante Luna crescente.

Tra giovedì 12 e domenica 15 settembre ci aspettano finalmente giornate più stabili e con tempo molto simile tra loro. Di notte e al primo mattino il cielo sarà in parte stellato e da poco nuvoloso a nuvoloso per nubi alte e medio-alte in transito a tratti e per banchi irregolari di nubi basse. Fra il primo mattino ed il tardo pomeriggio il tempo sarà in larga parte soleggiato con cielo azzurro e da nuvoloso a poco nuvoloso per nubi medio-alte in transito a tratti e per lo sviluppo di cumuli ad evoluzione diurna.
Le serate saranno in larga parte stellate, con una suggestiva Luna piena e con innocui banchi irregolari di nubi basse e passaggi di nubi alte a tratti. Da segnalare, nottetempo e al primo mattino, la formazione di nebbie in banchi nelle aree rurali e fluviali della medio-bassa pianura. Farà eccezione a questo quadro la serata di domenica in cui assisteremo ad un progressivo aumento della nuvolosità, con qualche rovescio sparso lungo i rilievi, in conseguenza dell’ingresso di masse d’aria più fredda provenienti dall’Europa orientale, che caratterizzeranno l’inizio della settimana successiva.

Le TEMPERATURE si manterranno nel complesso su valori sotto alla norma stagionale sino a mercoledì e in linea con e medie tra giovedì e domenica. Avremo infatti in pianura qui tra est Piemonte e ovest Lombardia minime fra 8 e 11 gradi lunedì, fra 10 e 13 martedì, fra 11 e 14 mercoledì, fra 12 e 15 giovedì e venerdì e fra 13 e 16 sabato e domenica. Le massime saranno in genere comprese fra 22 e 25 gradi lunedì, fra 20 e 23 martedì, fra 22 e 25 mercoledì, fra 23 e 26 giovedì, fra 24 e 27 venerdì e sabato e fra 23 e 26 domenica.

Per quanto riguarda infine i VENTI, questi saranno deboli e in genere a regime di brezza, ovvero con componente notturna e al primo mattino in prevalenza settentrionale, mentre fra tardo mattino e tarda serata la ventilazione si disporrà in prevalenza dai quadranti meridionali lunedì e sabato e da quelli orientali tra martedì e venerdì e poi di nuovo domenica. In concomitanza delle celle temporalesche si avranno temporanei rinforzi della ventilazione.

Certo di aver fatto cosa gradita per aver condiviso questo aggiornamento sull’evoluzione del tempo che immagino per i prossimi giorni, ringrazio come sempre per l’attenzione e per la pazienza di esserci spinti sin qui nella lettura e auguro a ciascuno di noi una proficua settimana!

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi