meteoNews

#MeteoSincero, che tempo farà fino al 6 luglio?

Tornano le previsioni di Marcello Mazzoleni e le foto di Luciano Milan

 

Come sarà il #MeteoSincero della settimana qui tra est Piemonte e ovest Lombardia?

Almeno sino a tutta la prima decade di luglio sulla nostra Penisola saremo coinvolti in un flusso ondulato atlantico, con maggiori effetti in termini di nuvolosità e di precipitazioni al nord, sul versante tirrenico e in Sardegna, mentre le regioni del medio e basso versante adriatico, del comparto jonico e la Sicilia beneficeranno di una fase di tempo relativamente più stabile e soleggiata, perché marginalmente interessate da un’area di alta pressione, la quale tenderà tuttavia a cedere nel corso del weekend riportando una fase instabile anche sul meridione e sulle isole. Il campo termico si manterrà per l’intera settimana su valori attorno alle medie stagionali su tutta la nostra Penisola, ovvero caldo come è giusto che sia nel periodo di massima radiazione solare di tutto l’anno in un paese mediterraneo, ma senza alcun eccesso. Vediamo ora in estrema sintesi il tempo che immagino ci accompagnerà qui in zona.

Nei giorni di lunedì 1 e sabato 6 luglio il tempo sarà debolmente instabile e dunque in larga parte soleggiato fra mattina e tardo pomeriggio, con varia nuvolosità a tratti estesa in transito o in evoluzione nell’azzurro. Dal primo pomeriggio si formeranno addensamenti fino a cielo molto nuvoloso sui rilievi in lento spostamento nel tardo pomeriggio e in serata verso le zone pedemontane, ove vi saranno maggiori schiarite soleggiate e la nuvolosità sarà in prevalenza di tipo medio-alto dovuta allo sfaldamento delle celle temporalesche. In concomitanza di tali addensamenti assisteremo allo sviluppo di rovesci e temporali locali sui rilievi e zone pedemontane, di varia durata e intensità, isolatamente accompagnati da raffiche di vento e da grandinate. In tarda serata graduale cessazione dei fenomeni ove presenti e contestuale dissolvimento della nuvolosità con aperture stellate vieppiù ampie nel corso della notte successiva, fatti salvi residui locali addensamenti che si attarderanno nel corso della notte con rovesci e colpi di tuono in esaurimento entro l’alba. Sulle zone di pianura fenomeni più locali e invece in Appennino pavese e alessandrino fenomeni in larga parte assenti o, al più, isolati piovaschi di breve durata nelle ore tardo-pomeridiane e serali.

Nelle giornate di martedì 2, mercoledì 3, giovedì 4, venerdì 5 e domenica 7 luglio il tempo sarà invece spiccatamente instabile, con giornate che in saranno in netta prevalenza soleggiate fra mattina e tardo pomeriggio, con varia nuvolosità a tratti estesa in transito o in evoluzione nell’azzurro. Dal primo pomeriggio sui rilievi e dal tardo pomeriggio anche in pianura si formeranno addensamenti fino a cielo da nuvoloso a coperto a partire dai rilievi in rapido spostamento verso le zone pedemontane e la pianura, ove vi saranno maggiori schiarite soleggiate e la nuvolosità sarà meno compatta. In concomitanza di tali addensamenti assisteremo allo sviluppo di rovesci e temporali diffusi sui rilievi e zone pedemontane e sparsi in pianura, di varia durata e intensità, isolatamente accompagnati da raffiche di vento e da grandinate. In tarda serata graduale cessazione dei fenomeni ove presenti e contestuale dissolvimento della nuvolosità con aperture stellate vieppiù ampie nel corso della notte successiva, fatti salvi residui locali addensamenti che si attarderanno nel corso della notte con rovesci e colpi di tuono in esaurimento entro l’alba. In Appennino pavese e alessandrino fenomeni più localizzati, perlopiù concentrati nelle ore pomeridiane e della prima serata.

Aggiungo anche il limite delle nevicate, che sui nostri rilievi si attesterà in genere al di sopra dei 2800-3100 metri di quota durante i rovesci e i temporali fino a martedì e nel weekend, in calo sui 2400-2700 metri tra mercoledì e venerdì.

Ad avere più tempo a disposizione si potrebbe di giorno in giorno andare ad individuare le zone maggiormente coinvolte dai fenomeni e quelle più al riparo, ma non avendone invito a fare tesoro della sintesi che ho proposto e che si discosterà davvero poco dal tempo che farà nella realtà.

Trattandosi anche questa di una settimana caratterizzata da fasi instabili e dunque da estensione dei fenomeni non uniforme, ricordo che con l’aggettivo “diffuso” si intendono fenomeni che coinvolgono la quasi totalità di un’area, con “sparso” circa la metà, con “locale” una esigua porzione (ne consegue che con fenomeni locali, la maggior parte delle zone non vede precipitazioni) e con “isolato” soltanto rare località e di conseguenza la fenomenologia descritta risulta perlopiù assente. Ricordo infine che, allo stato attuale della conoscenza scientifica in materia, è impossibile individuare con precisione le località coinvolte e quelle saltate dai temporali in queste situazioni di instabilità non diffusa all’interno della stessa provincia.

Le TEMPERATURE si manterranno per tutto il periodo su valori attorno alla norma stagionale in caso di condizioni di tempo simili a quelle che ho descritto, tranne lunedì quando saranno superiori e mercoledì e giovedì quando saranno inferiori. Avremo infatti in pianura qui tra est Piemonte e ovest Lombardia minime fra 20 e 23 lunedì, fra 19 e 22 gradi martedì, fra 17 e 20 da mercoledì a venerdì e fra 16 e 19 sabato e domenica. Le massime sempre qui in zona saranno fra 32 e 35 gradi lunedì, fra 29 e 32 martedì, fra 26 e 29 mercoledì, fra 27 e 30 giovedì, fra 28 e 31 venerdì e fra 29 e 32 sabato e domenica.

Per quanto riguarda infine i VENTI, questi saranno generalmente deboli a regime di brezza, ovvero con componente notturna e al primo mattino in prevalenza settentrionale, mentre fra tardo mattino e tarda serata la ventilazione si disporrà dai quadranti meridionali, con piacevolissimi rinforzi di marino lunedì e martedì e poi di nuovo venerdì nel corso del pomeriggio e in serata qui tra alessandrino, vercellese, novarese, pavese, milanese e lodigiano con clima estivo gradevolissimo durante il giorno e sensibile calo termico serale e notturno. Invece, nelle giornate di mercoledì, giovedì, sabato e domenica la ventilazione sarà sempre a regime di brezza, ma con componente diurna dai quadranti orientali. Da segnalare inoltre che nelle fasi precedenti e contestuali ai temporali vi saranno raffiche anche significative, come avviene da sempre in natura durante le manifestazioni temporalesche.

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi