Mc Donald’s, Banco Alimentare e Caritas: 1.155 pasti caldi a settimana in dono a famiglie in difficoltà

    34
    MILANO – SEDRIANO  L’iniziativa ‘Sempre aperti a donare’ arriva a Milano e in provincia, dove McDonald’s e Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald doneranno 1.155 pasti caldi ogni settimana, fino a marzo a diverse strutture caritative e associazioni del territorio che offrono accoglienza a persone e famiglie in difficoltà, grazie alla collaborazione con Caritas Ambrosiana e Banco Alimentare Lombardia.

    Mac di Sedriano

    Sono 500 i pasti che, con l’aiuto di Caritas Ambrosiana, verranno donati ogni settimana ai bisognosi del capoluogo lombardo.

    Inoltre, in città e provincia, saranno i ristoranti McDonald’s di Milano, in viale Rubicone, via Torino e Piazza XXIV Maggio, Gorgonzola, lungo la strada provinciale 13, Magenta in via Boffalora, Rozzano in via Eugenio Curiel e Sedriano in via Giuseppe Garibaldi ad essere coinvolti da vicino nel progetto. I team di lavoro dei ristoranti si occuperanno della preparazione dei pasti, ritirati e distribuiti insieme a Banco Alimentare Lombardia da diverse strutture e associazioni del territorio: Fondazione Aquilone ONLUS, Opera Messa della Carità, Associazione Gruppo di Betania Onlus, Associazione La Cascina Onlus, Caritas Parrocchiale SS.MM. Protaso e Gervaso, Non di solo pane, Famiglie Temporanea Accoglienza Onlus e Caritas Parrocchiale San Remigio.

     Le donazioni nella città e provincia di Milano fanno parte del progetto Sempre aperti a donare, lanciato da McDonald’s e Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald. L’Iniziativa, partita sotto Natale, vuole portare conforto a chi è in difficoltà anche oltre il periodo delle feste; per questo, il progetto prevede la donazione di 100.000 pasti caldi che verranno distribuiti entro la fine di marzo alle strutture di accoglienza che ospitano famiglie e persone fragili in diverse città italiane.

     

     Il ristorante Mc Donald’s di  Rozzano

    Questa iniziativa conferma e consolida l’impegno che lega McDonald’s e Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald al Paese e alle comunità locali con l’obiettivo di contribuire ad alimentare il circolo virtuoso generato dalle associazioni benefiche con cui collabora, specie nel difficile momento che stiamo attraversando, segnato dall’emergenza Covid.

     

    Articolo precedenteAlbairate: ancora carovane di nomadi camminanti in zona stazione, allontanate dalla Polizia locale
    Articolo successivoPiscine e palestre. Antonio Rossi: “E’ ora di riaprire le tante strutture messe in crisi dalla pandemia”