Maternità surrogata: se ne discute a Magenta con Le Rose di Gertrude

    80

    MAGENTA – “Di cosa parliamo quando parliamo di Maternità Surrogata?”. Il tema è indubbiamente di quelli controversi e che si presta a parecchie discussioni. Sabato prossimo 17 marzo l’Associazione  ‘Le Rose di Gertrude’ presieduta da Sergio Prato, paladino dei diritti della comunità LGBT e Cristina Gramolini dell’ Associazione Arcilesbica “Zami” Milano promuovono un confronto che sarà l’occasione per presentare il volume ‘Fare un figlio per gli altri è giusto (falso!)” di Daniela Danna, edizioni Laterza, 2017.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    L’appuntamento è per le 16 presso la Sala Galli, ex sala Consiliare di piazza Formenti, 3. A moderare il dibattito ci sarà la professoressa Silvia Minardi, cattolicissima nonchè leader e capogruppo di Progetto Magenta. A conferma che sarà un confronto a trecentosessantagradi

    Gli organizzatori presentano così l’iniziativa del 17 marzo:  Pensata per meglio comprendere il dibattito aperto negli  ultimi mesi  proponendo l’ ascolto dell’ esposizione e ragionamenti che alcune donne femministe hanno con difficoltà proposto per una riflessione sul tema ancora poco compreso da molti.
    Si tratta di una critica ragionata ai luoghi comuni che idealizzano la gestazione per altri, dalla distorsione delle parole come “autodeterminazione, dono, altruismo”, alla presunta utilità dei regolamenti.
    Spesso infatti la ‘gestazione per altri’ o ‘maternità surrogata’ è presentata come un dono, un atto di liberalità e solidarietà da parte di donne generose che aiutano coppie infertili ad avere figli. Ma le cose stanno davvero così? Siamo consapevoli del fatto che non è una ‘tecnica di riproduzione assistita’, bensì una gravidanza come le altre? È giusto considerare delle donne ‘portatrici’ di figli altrui? È giusto che dei neonati siano dati a ‘genitori committenti’ in cambio di denaro?
    Daniela Danna, sociologa, insegna Politiche sociali presso il Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche dell’Università Statale di Milano. Le sue ricerche hanno riguardato questioni di genere, lesbismo e omosessualità, violenza contro le donne, politiche sulla prostituzione, maternità surrogata, analisi dei sistemi-mondo e teorie sulla popolazione. Tra le sue più recenti pubblicazioni: Ginocidio.

    La violenza contro le donne nell’era globale (Eleuthera 2007); Crescere in famiglie omogenitoriali (a cura di, Franco Angeli 2009); Stato di Famiglia. Le donne maltrattate di fronte alle istituzioni (Ediesse 2009); Il genere spiegato a un paramecio (BFS 2011); Contract Children: Questioning Surrogacy (Ibidem 2015).

    La conferenza ha ottenuto i Patrocini dei Comuni di Corbetta e Inveruno. Saranno presenti gli amministratori che potranno intervenire durante il dibattito. Li ringraziamo per questa propositiva adesione , proseguendo così un vero percorso al nostro fianco  dopo la decisione convinta di aderire alla Rete Re.A.Dy .

    Articolo precedenteAllerta meteo di Regione Lombardia per le forti piogge
    Articolo successivoASM Magenta nel circuito delle aziende italiane più virtuose