Massimo Garavaglia: ‘Vaccinare in vacanza? Complicato’

    176

     

    MILANO  “Sarebbe molto positivo, ma sono consapevole che e’ complicato”. Cosi’ Massimo Garavaglia, ministro leghista del Turismo, parlando dell’ipotesi di vaccinarsi nei luoghi di vacanza, in un’intervista al quotidiano “La Stampa”.
       “Le faccio un esempio – prosegue -: faccio la prima dose a Milano, poi vado in vacanza in Liguria. Chi si deve prendere in carico la seconda dose? Lombardia o Liguria? Comunque, ho una fiducia immensa nel generale Figliuolo e spetta a lui l’ultima parola”. Mentre sul coprifuoco sottolinea: “Al di la’ delle frasi a effetto di Giorgia Meloni, condivido il principio: non possiamo chiedere agli ospiti stranieri di andare a letto dopo Carosello. Di allungamento dell’orario di coprifuoco si parla eccome. Credo che sara’ un altro argomento della cabina di regia e penso sia importante definire un percorso verso la totale eliminazione del coprifuoco”.
    E si augura che “venga presto rimosso del tutto il divieto di servizio all’interno in sicurezza e con il giusto distanziamento per i ristoranti”. Il ministro anticipa poi “che verra’ ulteriormente ed adeguatamente rifinanziato il Fondo per il Turismo e che misure ideate per il settore verranno estese anche ad altri comparti”. 
    Articolo precedente‘++Confcommercio sente odore di ripresa: a maggio +10% su base annua
    Articolo successivoMagenta, chiesa dell’Assunta e Casa Giacobbe aperte per la giornata FAI: “Solo il bello potrà salvarci” (VIDEO)