Massimo Garavaglia: ‘Aumenterà il Fondo Nazionale Sanitario’

    122

     

    ROMA – “Nella sanità “è successo che da Renzi in poi il Fondo Nazionale Sanitario è passato dal 7% del Pil al 6,5%. Mezzo punto di Pil sono 8 miliardi. Quindi gli ultimi governi hanno tagliato la sanità di 8 miliardi. E’ chiaro che questo è un problema. Il grosso della spesa sanitaria è proprio il personale. Chi ne ha fatto le spese è il personale: blocco delle assunzioni. La novità che c’è nel Def, una delle cose fondamentali, è che si inverte la rotta sul Fsn: fine dei tagli, si torna a salire”.

    Così il viceministro dell’Economia, Massimo Garavaglia, questa mattina ad Agorà su Rai Tre, sul problema dell’esodo previsto nel mondo della sanità con l’introduzione di quota 100.

    “Far salire il Fsn – ha proseguito – non è buttare via i soldi, sprecare, vuol dire assumere persone, nuove, fresche, medici, infermieri. Lì riduci le liste di attesa”.

    “Italia, Grecia, Francia, Spagna hanno tutti deviato rispetto alle regole generali Ue, dunque e’ normale che si apra un percorso di dialogo con Bruxelles. Non so se la manovra passera’, oppure ci diranno parliamone, ragioniamoci – aggiunge – ma questo non e’ il problema, noi siamo ragionevolmente piu’ attenti a cosa succede sul mercato. Le due cose sono legate fino a un certo punto”, ha proseguito l’ex sindaco di Marcallo.

    “Noi stiamo facendo la cornice. Nella cornice ci sono le macrocifre. La legge di bilancio e’ il 15 in Consiglio dei ministri. Quindi io, pur sapendo, neanche sotto tortura anticipo delle cose che non sono ancora scritte”, ha concluso Garavaglia.

    Articolo precedenteI Comuni potranno utilizzare gli ‘avanzi’, esultano Cecchetti e Boniardi (Lega)
    Articolo successivoViviAmo Vittuone: ‘Perché il Comune rinuncia ai fondi per il Tresartes?’