Maserati presenta Ghibli Hybrid: 330 cavalli di potenza.. ‘sostenibile’

    54

     

    MILANO  La scintilla dell’elettrificazione accende il futuro di Maserati: con la nuova Ghibli Hybrid la Casa del Tridente entra nel mondo dell’elettrificazione. La nuova Ghibli Hybrid, spiega una nota, rappresenta uno dei progetti più ambiziosi per Maserati, che dopo l’annuncio del nuovo motore per la super sportiva MC20, suggella così un altro passo avanti verso la nuova Era del brand. La scelta di introdurre la tecnlogia ibrida sulla berlina Ghibli non è casuale : questo modello, dalla presentazione nel 2013 ad oggi prodotto in oltre 100.000 unità, rappresenta perfettamente il Dna della Casa Modenese. La sfida per Maserati è, di fatto, entrare nel mondo dell’elettrificazione senza snaturare la filosofia e i valori tipici del marchio. Il risultato è aver creato una vettura ibrida, la migliore possibile. Non solo: anche Ghibli Hybrid avrà l’inconfondibile sound che contraddistingue da sempre ogni Maserati.

     

    L’arrivo della nuova Ghibli Hybrid amplia così la gamma Maserati rendendola ancor più competitiva ed in linea con le richieste del mercato. Design Ghibli Hybrid è immediatamente riconoscibile anche per un nuovo design che interessa particolari sia esterni che interni. Il comune denominatore degli interventi, sviluppati dal Centro Stile Maserati, è il colore blu, scelto per connotare le vetture interessate dalla tecnologia ibirida e per identificare questo nuovo mondo.

    La nuova Ghibli Hybrid porta al debutto anche nuovi contenuti estetici a cominciare dalla nuova griglia frontale, dove le ‘stecche’ sono state ridisegnate per rappresentare il diapason, lo strumento musicale che produce un suono puro e che ricorda anche il simbolo del Tridente. Significativi gli interventi nella parte posteriore della vettura, dove è stata completamente ridisegnata la fanaleria, con un profilo che riprende il concetto stilistico di un boomerang, ispirato alla 3200 GT e al concept Alfieri.

    L’innovativo powertrain, risultato di un profondo lavoro ingegneristico realizzato dai tecnici e dagli ingegneri del Maserati Innovation Lab di Modena, combina un motore a combustione (4 cilindri, turbo, 2.0 L di cilindrata) con un alternatore a 48 volt e un compressore elettrico aggiuntivo (e-Booster) il tutto supportato da una batteria. Una soluzione unica per il segmento, che inaugura una nuova generazione di propulsori, che armonizza prestazioni, efficienza e piacere di guida.
    La batteria è posizionata nella parte posteriore della vettura, una soluzione che porta anche il vantaggio di una migliore distribuzione dei pesi. Peso che rispetto alla versione Diesel risulta inferiore di circa 80 kg. Grazie a 330 CV di potenza massima e a 450 Nm di coppia disponibile già a 1.500 giri, le prestazioni della nuova Ghibli Hybrid sono di assoluto rilievo: 255 km/h la velocità massima, 0 a 100 km/h raggiungibili in 5,7 secondi.
    Articolo precedenteAsst Rhodense, riparte il corso di laurea in Infermieristica
    Articolo successivoAccordo Lombardia-Statale: 700mila euro per la robotica negli ospedali