Marcallo con Casone, la Civica: “Soddisfatti del nostro 44%”

    52

    MARCALLO CON CASONE RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO – <<A scrutinio avvenuto, esprimiamo la nostra soddisfazione per il buon risultato raggiunto: 44%
    dei consensi, 1441 persone che ci hanno dato fiducia.
    Attraverso la nostra portavoce Elisa Portaluppi vogliamo ringraziare innanzitutto chi ha partecipato al percorso di Civica: “Il nostro gruppo è cresciuto con il tempo, allargandosi fino a misure extra-large. Più affrontavamo le difficoltà di questa campagna elettorale e maggiore era la nostra coesione, la convinzione di fare la cosa giusta, la voglia di esserci… e di rimanere.


    Aggregando persone, raccogliendo proposte, avviando percorsi. Quando mi hanno chiesto di diventare la Portavoce di questo progetto, ho accettato per il gruppo e proseguirò questo compito grazie al loro sostegno. Vorrei conoscessero anche pubblicamente la mia stima, la fiducia e l’orgoglio per ciò che siamo riusciti a realizzare: senza la loro fatica avremmo fatto ben poco.” dichiara Portaluppi.
    Il nostro sincero ringraziamento va a tutti i cittadini che ci hanno dato fiducia: “In molti ci hanno seguito, sostenuto ed espresso apprezzamento per “qualcosa che ci voleva”: continuate così.

    A spronarci, a sostenerci, a “romperci le scatole” quando serve. La nostra resterà #UnaListaAlPlurale, comunque vada. Abbiamo iniziato un percorso, avviato un processo per coinvolgere le persone nella Politica, nella partecipazione democratica anche nel nostro Comune, nella cura di Marcallo con Casone. Il nostro gruppo è destinato ad allargarsi” prosegue Portaluppi.
    A margine della proclamazione dei candidati eletti, abbiamo fatto alla nuova sindaca Marina Roma i nostri auguri di buon lavoro, sostenuta da tutti i consiglieri e dai cittadini. Le auguriamo di lavorare sempre per il bene del Comune ricordando che rappresenta tutti; sia aperta al dialogo e disposta al confronto.
    Il primo discorso dopo l’insediamento per certi versi ci ha stupito. Infatti, la neo-sindaca ha dichiarato di non essere stata sostenuta dalla sezione locale della Lega e di avere avuto il tifo contrario anche da alcuni dei dipendenti comunali.

    Affermando di non essere ”granché democratica”, ha ricordato che bisogna inchinarsi al risultato delle urne. Speriamo che l’importanza del ruolo ammorbidisca alcuni atteggiamenti. Dalle urne è uscito un Comune spaccato a metà, tra chi ha votato Lega e chi ha appoggiato Civica. Per non esasperare il clima, speriamo che i toni diventino più concilianti e da parte nostra assicuriamo la collaborazione con
    tutti, visto che è facile dimenticarsi che democrazia non significa, citando Tocqueville, “dittatura della maggioranza”, ma anche e soprattutto rispetto della minoranza, perché la sovranità è del popolo, nella sua interezza. Siamo tutti chiamati, amministratori e non, a prenderci cura della nostra Comunità. Solo con il contributo di tutti potrà crescere e guardare al futuro. Un Comune al Plurale inizia da qui>>.

    Articolo precedenteAbbiategrasso: al via i controlli sugli impianti termici privati
    Articolo successivo“Mafie a km 0 e il giornalismo d’inchiesta” : se ne parla a Busto Arsizio