Marcallo con Casone, il primo Consiglio comunale visto dalla Civica: “Collaboreremo per il bene del paese”

    103

    RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO DA MARCALLO CON CASONE – <<Lunedì 10 giugno si è tenuto il primo Consiglio Comunale di Marcallo con Casone dopo le elezioni dello scorso 26 Maggio. Tanti i cittadini rispetto alle sedute degli ultimi anni, curiosi di partecipare alla presentazione della Giunta e ascoltare le prime dichiarazioni dei consiglieri neoeletti.
    Per Civica siederanno in Consiglio Elisa Portaluppi, Elisabetta Valenti (consigliere anziano per il maggior
    numero di preferenze raccolte, ma curiosamente anche la più giovane con i suoi 27 anni), Chiara Coatti e
    Alessandro Chiodini.
    La Portavoce Portaluppi ha ringraziato i 1441 cittadini che hanno dato fiducia a Civica con il loro voto,
    rimarcando il buon risultato ottenuto da una lista di così recente formazione: “Il nostro risultato ci gratifica,
    ma ci chiama anche alla responsabilità e all’impegno per il comune.
    Ci sono due dati significativi: il primo indica che c’è stata una percentuale piuttosto evidente di votanti che
    hanno deciso di affidare l’amministrazione del Comune alla Lega. Il 56% ha scelto la candidata Marina Roma
    come Sindaco di Marcallo con Casone. A lei, i nostri auguri per i prossimi anni.
    C’è un secondo dato interessante: ci sono stati meno di 400 voti di scarto tra le due liste su un totale di 3400 votanti. Significa che si è evidenziata una spaccatura abbastanza netta tra chi ha scelto la continuità
    rappresentata dalla Lega e chi avrebbe preferito un segno di rinnovamento con Civica. Per questo, crediamo
    che tutti i consiglieri, di maggioranza e minoranza, siano chiamati a collaborare, dando l’esempio di un
    Consiglio che – sebbene abbia punti di vista differenti – riesca a fare sintesi sui temi che riguardano il bene
    comune di tutti i cittadini. L’amministrazione pensa a tutti, non solo a quelli che sostengono una certa parte:
    assicuriamo il nostro impegno per segnalare quello che a nostro giudizio non rappresenta la scelta migliore
    per il Comune e al tempo stesso di comportarci in modo collaborativo e rispettoso delle Istituzioni. A questo
    proposito, auguriamo buon lavoro anche ai dipendenti comunali, chiunque abbiano sostenuto durante le
    elezioni.”

    Ha preso poi parola Chiara Coatti: “Vorrei comunicare che i consiglieri di Civica hanno deciso all’unanimità
    di rinunciare al gettone di presenza, per destinare la cifra totale al Comune. In particolare, ci piacerebbe che
    tale somma andasse alle borse di studio, ritenendo la formazione e l’istruzione dei nostri ragazzi un bene
    primario per la nostra comunità. Rivolgiamo l’invito ai consiglieri di maggioranza di fare altrettanto,
    sottolineando che tale cifra, che in modo superficiale potrebbe essere ritenuta “irrisoria”, in realtà sarebbe
    molto importante per sostenere famiglie in difficoltà. Soprattutto se, con la rinuncia di ciascuno, tale somma
    diventasse più corposa.”
    L’intervento di Elisabetta Valenti si è concentrato su Casone: “Sento il dovere di ringraziare le persone di
    Casone, qualcuno mi ha fatto notare che in quella sezione da sola ho ottenuto quasi le preferenze della somma
    dei candidati leghisti… per questo assicuro ai miei concittadini che lavorerò perché Casone possa avere nei
    prossimi anni maggior contatto con il Comune, possibilità di accedere ai servizi con maggiore facilità e voce
    in capitolo sui temi riguardanti l’intero comune. Sin da ora, proporrei di procedere per fare in modo che
    puntualmente il Consiglio Comunale si possa tenere anche a Casone. Entrambi i programmi elettorali hanno
    fatto delle precise promesse a chi ci abita: adesso tocca passare dalle parole ai fatti.”
    Il primo Consiglio ha già riservato qualche sorpresa, con le dimissioni della consigliera Tiziana Moscatelli.
    “Una scelta che non ci aspettavamo. Attendiamo di conoscerne le motivazioni, dato che durante il Consiglio
    non sono state fatte dichiarazioni a riguardo né dalla consigliera uscente (che era assente) né dalla Sindaca.”

    Articolo precedenteCuggiono: con Officina Giovani ‘Balla con i luppoli’ in Villa Annoni
    Articolo successivoCorbetta. Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. Parte il processo partecipativo e la Sinistra canta vittoria