Malpensa: ‘tanto rumore per nulla…’

107

MALPENSA – Ci fu un gran movimento di popolo prima che si aprissero le porte a quella che è passata alla storia come ‘Malpensa 2000’. Sindaci con i gonfaloni comunali alzati contro la tempesta…, prese di posizioni durissime contro quello che era stato definito come ‘fiore mortale’…
Massimo D’Alema aveva assicurato che i voli notturni sarebbero stati vietati e firmò pure un decreto. Niente, ha vinto Malpensa che dopo vent’anni è partita in quarta e, dal rumore, sembrerebbe che stia diventando quel ‘HUB’ che ha sempre voluto essere. L’unica cosa buona – in questi anni di miseria – è che ci lavorano un sacco di padri di famiglia dei paesi a corollario dell’aeroporto: una scelta della Sea che ha fatto aumentare il livello di sopportazione! Il salto di qualità si vede anche dai pullman che transitano quotidianamente sul ponte in ferro di Oleggio, diretti a Malpensa e provenienti dal Novarese, al punto che prima o poi – dopo più di un secolo di vita – dovrà essere rifatto (il progetto è pronto da tempo, ma mancano i soldi).
L’uomo si abitua a tutto e quindi ci abitueremo anche al rumore degli aerei che, dall’alba al tramonto (ma ci sono dei cargo che arrivano anche di notte), interessano le nostre orecchie, con la loro presenza rumorosa e ingombrante, anche per i nostri sogni.
Parole le nostre, solo per ricordare che quello che la foto in evidenza mostra (un corteo di Sindaci del tempo) fece tanto rumore, per nulla…

Articolo precedenteTrecate: un mese di eventi per le feste patronali
Articolo successivoIl cordoglio del Movimento 5 Stelle (e di tutto il mondo della politica) per la scomparsa di Iolanda Nanni