Malore in campo. Salvo grazie al defibrillatore

    86

    Magenta – Intervento dell’elisoccorso nel pomeriggio del 1 maggio al Tennis Club Pontenuovo. Durante una partita con amici, Alberto Cairati, 58 anni, si è accasciato a terra. Subito è stato soccorso dagli altri giocatori che hanno iniziato a fargli il massaggio cardiaco e chiamato il 112.

    Nell’attesa dell’arrivo dei medici, i responsabili autorizzati del centro sportivo hanno tempestivamente attivato il “Dea”, il defibrillatore che la legge prevede obbligatorio nelle strutture sportive.

    Grazie all’applicazione delle corrette procedure nell’immediato soccorso, i medici dell’elisoccorso e della Croce Bianca arrivati sul posto hanno potuto stabilizzare il giocatore.

    L’uomo è stato portato per le cure all’Ospedale Fornaroli di Magenta.

    Articolo precedenteAngelo Lodi rivivrà sul web (Wikipedia) per il concorso di chi lo ha conosciuto ed apprezzato come uomo, medico e scrittore
    Articolo successivoSicurezza a Magenta: ma è davvero una chimera?