Magenta, Viglio sul Piano del Traffico: “Via San Martino, abbiamo vinto noi”

    82

    MAGENTA –  “L’Amministrazione comunale alla fine ha dato ragione a noi di Forza Italia. E’ di questi giorni, infatti, la notizia che a breve sarà riaperta anche in ingresso dalla Via Santa Crescenzia, la Via San Martino nei pressi della Basilica. Era questa una nostra precisa richiesta come gruppo Consiliare. Tant’è che lo scorso 3 marzo insieme a Felice Sgarella e Patrizia Morani (all’epoca ancora nel gruppo misto) avevamo presentato una mozione con ad oggetto il tema della viabilità”.

    Tino Viglio Capogruppo degli azzurri canta vittoria e accoglie con soddisfazione la decisione della Giunta di tornare sui suoi passi per quanto riguarda il Piano Urbano Generale del Traffico. “Come Minoranze – ricorda Viglio – non avevamo fatto altro che portare all’attenzione dell’Amministrazione una precisa esigenza di molti nostri concittadini“. Viglio rimarca ancora “il gioco di squadra” che in questa circostanza ha prodotto i suoi frutti. “Curiosamente – conclude – quella mozione fu bocciata dal Partito Democratico. Salvo poi vedere questa Amministrazione di centrosinistra accogliere quella nostra istanza. Obiettivamente tutto ciò è abbastanza singolare”. Ma tant’è. Viglio bada al sodo e ribadisce la positività della decisione. 

    A Ticino Notizie spiega anche, rispetto alla sua scelta di non candidarsi, di avere preferito fare il classico ‘passo indietro’ per ‘mandare avanti i giovani’. “Abbiamo figure valide come Federica Garavaglia (32 enne avvocato e nipote del veterano azzurro) e l’architetto Fabrizio Ispano. Ragazzi con ottime professionalità e competenze che mi auguro possano raccogliere quanto stanno seminando in queste settimane. Io, comunque, continuerò a fare la mia parte”.

    E così domani l’Ingegnere sarà in piazza Liberazione nel pomeriggio con tutto il Centrodestra a parlare di sicurezza.  “Una priorità per la nostra città”.

    F.V.

    Articolo precedenteMagenta e Legnano: storia dei Marangolo, una vita per la ristorazione
    Articolo successivoL’edicola dell’Allea cambia gestione: ‘Gin’, Delia, Fiorenzo, Lidia…