CronacaNewsPolitica

Magenta via Roma: porfido o asfalto rosso?

MAGENTA –  “Noi abbiamo la certezza di completare i lavori, ma abbiamo voluto rovesciare il metodo chiedendo ai commercianti che vivono la strada ogni giorno quale possa essere la soluzione migliore”.

Le parole dell’Assessore ai lavori pubblici e territorio Enzo Salvaggio, pronunciate nel corso dell’ultimo Consiglio comunale ben sintetizzando il dibattito in atto attorno ai lavori di restyling della via Roma.

Già, perché se da un lato, sul primo tratto della strada – ovvero, dall’altezza di piazza Kennedy sino all’inizio della pista ciclabile  – non ci sono dubbi sul fatto che sarà realizzato utilizzando l’asfalto color ‘Rosso Magenta’ per il restante tratto la partita è più che mai aperta.

“Chiediamo – ha ribadito Salvaggio – che sia anche la città ad esprimersi dandoci un’indicazione”. Molto pragmatico stavolta il sindaco Marco Invernizzi: “Abbiamo in cassa 500 mila euro da destinare a via Roma e via Garibaldi, non si può prendere in giro i cittadini, con chissà quali progetti. L’opposizione se fa questo gioco, oltre che essere scorretta, fa un cattivo servizio alla città”.

Certo, è che i classici sanpietrini rappresentano un elemento storico caratteristico di quella che è la via del ‘salotto’ della città. Sul punto anche il capogruppo di Forza Italia Tino Viglio ha invitato la Giunta a riflettere bene su che tipo d’intervento realizzare. “La via Roma è il biglietto da visita di Magenta. E’ fondamentale fare le cose per bene”.

Ma al di là del discorso economico finanziario, c’è anche una questione di tempi di cantiere che non può essere tralasciata. “Sull’ultima parte di via Roma – ha anticipato  Salvaggio – inizieremo i lavori dopo il 15 di questo mese (aprile ndr) e dureranno pochi giorni”.

Diverso, molto diverso il discorso, se per il restante tratto, l’Amministrazione comunale dovesse scegliere la continuità: ovvero, il porfido adoperato per l’ultimo tratto di via Roma e per la via 4 Giugno.

“In questa circostanza – ricorda Luigi Alemani, presidente della Confcommercio Magenta Castano –  si dovrebbe mettere in preventivo anche tre mesi di lavori e questo non è un aspetto secondario da tenere in considerazione”.

In altre parole, non è solo una questione di soldi ma anche di tempistica da calibrare bene. “L’ideale allora – conclude Alemani – sarebbe quello di cantierizzare la rimanente parte della strada durante il periodo estivo”.

Da una rapida carrellata tra i negozianti a appare che la soluzione porfido, sia quella più gradita – anche per una questione di eleganza e di continuità – ma non meno strategico sia per lo “start” dei lavori. Peraltro, il Comune ha già fatto sapere che farà di tutto per limitare al massimo i disagi. “Già per la prima parte di via Roma – chiosa Salvaggio – provvederemo

STUDIO SALLY Magenta - Rattoppate con il catrame le zone di via Garibaldi dove i blocchetti di profido si erano sfaldati dalla sede stradale foto Roberto Garavaglia - Studio Sally
La via Garibaldi com’è adesso…e sotto l’assessore Enzo Salvaggio

enzosal

 all’inversione di marcia su via Cattaneo così che si possa raggiungere comunque il centro storico agevolmente. In questo periodo di crisi è fondamentale stare dalla parte dei commercianti”.

Fabrizio Valenti

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi