Magenta via Novara il gran giorno per “Carmela & Zupè”

    66

    MAGENTA  –  E’ stato un lunedì diverso dal solito per chi era abituato a fermarsi per un caffè, acquistare un po’ di pane o anche solo per un pacchetto di sigarette, in via Novara da Carmela e Salvatore. Anche se ormai da anni l’attività viene portata avanti in modo indefesso e con grande passione dalla figlia Nicoletta. 

    Già perché stamani in questa uggiosa giornata – si dice inaugurazione bagnata inaugurazione fortunata … – lo storico negozio ha trasferito armi e bagagli al civico 61.  Sono stati giorni di duro lavoro per la famiglia Cannizzo Franchino perché ogni giorno che passava e più la data del 24 maggio, sembrava vicina… Un progetto, un piccolo sogno realizzato soprattutto per la figlia Nicoletta, nato e sviluppatosi (il che non è stato certo di aiuto) proprio in questa epoca di Coronavirus.

     

    Ma adesso il frutto di tante fatiche quotidiane si vede. Il locale che offre gli stessi servizi di prima (bar tabacchi, caffetteria, panetteria e pasticceria artigianale) è più raccolto di prima, si respira un’atmosfera calda e invitante anche grazie alla scelta delle tonalità e dei materiali (prevale il legno). E siamo certi che appena certe restrizioni legate al Covid cadranno, come quella di poter degustare all’interno un’ottima colazione o una merenda, o perché no, anche un aperitivo con qualche stuzzichino della casa, si potrà apprezzare ancora di più questa bellissima location. Certo spiace un po’ vedere vuoto, un locale che in tanti hanno frequentato per anni in questa strada. Ma bisogna andare avanti e certamente al civico 61 si sta davvero bene. Da parte nostra un forte in bocca al lupo a questa attività commerciale con la speranza che presto in via Novara e in tutta Magenta, se ne aprano anche delle altre. Perché senza commercio una città si spegne!

     

     

    F.V.

    Articolo precedenteFesta Scudetto Inter: la vittoria dell’ipocrisia e la riconferma che viviamo in un Paese…..’poco’ civile
    Articolo successivoColonna di fumo sul cielo di Turbigo, scoppia l’incendio fuori dalla conceria