Magenta: venerdì e sabato torna la magia del Solstizio in Musica con Totem

    152

     

     

    MAGENTA – Torna con tante nuove idee il Festival del Solstizio, la manifestazione che nel 2018 aveva celebrato in modo inedito i vent’anni dell’associazione culturale Totem. Per questa seconda edizione Il Festival del Solstizio, con il titolo di “Da villa a villa”, amplia i suoi confini e dai giardini di Villa Naj Oleari arriva fino a quelli di Villa Colombo offrendo così a tutti i cittadini due giorni di musica, racconti, teatro, intrattenimento all’aria aperta.

    La manifestazione, che si svolge il 21 e 22 giugno, è organizzata congiuntamente da Totem e da La Casa delle Culture, con la collaborazione del Comune di Magenta e la partecipazione di Radio Magenta quale media partner e Stampe Olivares quale main sponsor.  Ecco i dettagli:

    Venerdì 21 giugno – Festa Europea della Musica – Villa Naj Oleari

    Alle 19.30 si comincia con Tramonto Classico, un ricco programma di brani classici eseguiti da giovani musicisti e dal Coro Erato’s Voice diretto da Giulio Leone.

    Alle 21.30 apertura ufficiale dell’evento, alla presenza del sindaco di Magenta Chiara Calati.

    Alle 22 parte Notte Pop, spettacolo condotto da Lorenzo De Ciechi che presenterà, con la consueta ironia e verve comica, i gruppi che proporranno musica live sino a notte fonda. La scaletta musicale, selezionata con la consulenza di Danilo Lenzo di Radio Magenta, prevede l’esibizione di Matteo Bettani (chitarra e voce), dei gruppi OLD BRIDGE Acoustic Band e BIG BUBBLES Acoustic duo, e di Sara Sciarra (chitarra e voce).

    E a chi vorrà far durare questa notte magica sino al mattino basta solo un buon equipaggiamento di coperte, abiti adeguati, canadesi e … tanta voglia di fare musica insieme.

    Dalle 19.00 è disponibile un’area FOOD AND DRINK a cura dei Ragazzi di Magenta oltre che di altri food truck.

     “Questa seconda edizione, che si sviluppa sulle due grandi ville storiche magentine, è un invito per tutti i cittadini a fruire liberamente i grandi spazi pubblici della nostra città e a vivere insieme momenti di divertimento all’insegna della musica e della parola“, commenta Antonella Piras, presidente di Totem. “Insieme a noi sono presenti attivamente numerose realtà associative della zona, con un modello partecipativo vincente che già lo scorso anno aveva contribuito al grande successo di pubblico. Tra l’altro, a portare il testimone a Villa Colombo sarà il Coro Erato’s Voice che sarà special guest accompagnato dall’ensemble Totem il giorno 22“.

     “Anche quest’anno diamo il nostro sostegno, occupandoci della parte di ristoro e che inoltre saranno di nuovo disponibili le magliette dedicate alla nostra città!“, commenta Giulia Locatelli de I Ragazzi di Magenta.

    Saranno infatti presenti anche le associazioni Ciridì, Gruppo Grisù, Controvento, Il Rigo Musicale.

    Sabato 22 giugno il Festival del Solstizio prosegue in Villa Colombo, a cura di La Casa delle Culture, Ciridì e Grisù.

    La notte dei Racconti e delle Arti parte dal primo pomeriggio, con attività e laboratori che possano coinvolgere anche i bambini e le famiglie e prosegue fino a tarda notte, con performance di teatro, danza, musica, arte.

    Sono state ingaggiate le realtà che anche durante l’anno animano Villa Colombo con corsi, attività ed eventi artistici, quindi il programma vede in particolare la collaborazione di Associazione Controvento e Il Rigo Musicale.

    Importante inoltre l’attiva partecipazione dei giovani di Teatrando, progetto di Teatro Sociale e di Comunità promosso ormai da 16 anni dal Comune di Magenta.

    Ecco quello che troverete nel pomeriggio:

    ore 15.00 Le Favole di Mathilda – laboratorio “Danz-Arti” tra danza e pittura

    ore 17.30 Racconti in Lingua Madre a cura di Ciridì

    a seguire anteprima presentazione del libro “IMMIGRAZIONE OLTRE I LUOGHI COMUNI” a cura di Marco Ratti – Osservatorio Diritti

    ore 18.30 danze popolari con “Sballando”

    ore 19.00 apertura FOOD AND DRINK a cura dei Ragazzi di Magenta, Rosso Cappuccetto e altri food truck.

    Saranno presenti anche artigiani e artisti con bancarelle e spazi espositivi per tutta la durata della manifestazione. Al momento ci hanno assicurato la loro presenza: Legno e Disegno di Silvia Vailati, Elfetica, Alessia Bussini – body painting, Del Buono nell’Arte, Le Creazioni del Re, L’ombra antica del tempo –  Le meridiane di Vincenzo Vaiana, Anita Sofia – pittrice.

    A partire dalle 20.30 performance di teatro, danza, musica, arte

    a cura di

    Il Rigo Musicale – musica

    Controvento – danza modern jazz

    Teatrando – teatro

    Onirica Lab – teatro

    M.U.R.I. Mischia e Unisci Radici e Identità – laboratorio teatrale interculturale – teatro

    Gruppo Teatro Adulti di Casa delle Culture diretto da Francesco Colosimo – teatro

    Pelleossa – danza contact e teatro

    Prayer of the Mothers Project – musica

    I bikut-zii e il maestro Edmond Ayissi Etogo – percussioni e danza Afro

    In linea con lo scambio artistico virtuoso che si sta instaurando con Totem – La tribù delle arti, avremo un’incursione musicale da Villa Naj Oleari a cura di Coro Erato’s Voice diretto da Giulio Leone, commenta Vaninka Riccardi. “Ma la serata vedrà anche la partecipazione di unaspecial guest davvero straordinaria. Grazie a un connubio nato durante la Marcia delle Donne organizzata da Ciridì a marzo 2019 a Magenta e dedicata a Lea Garofalo, testimone di giustizia uccisa dieci anni fa dalla ‘ndrangheta, avremo l’onore di ospitare Francesca Prestia,cantautrice calabrese, “la cantastorie delle donne”. Eseguirà alcuni brani insieme al Prayer of the Mothers Project, gruppo formato da diversi artisti e musicisti del territorio, che il 21 giugno, prima di dare la buona notte in villa Naj Oleari, parteciperà con la cantante a un evento dedicato proprio a Lea Garofalo a Monza“.

    Siamo alla seconda edizione del Festival del Solstizio che vuole celebrare la Festa Europea della Musica”, conclude il Sindaco Chiara Calati. “Non c’è appuntamento migliore per dare il giusto valore a questa ricorrenza nel segno di Magenta Città della Musica. Il valore di questo evento si evince dalla collaborazione tra le numerose associazioni coinvolte e l’Amministrazione comunale con la massima attenzione ai giovani, protagonisti indiscussi di questa kermesse, a cui si aggiungono nomi noti della storia associativa magentina. Un’occasione per far vivere a famiglie e cittadini i nostri parchi nella formula che caratterizza questa edizione da villa a villa. Da Assessore alla Cultura, oltre che da Sindaco, sono orgogliosa di poter contare sulla vivacità intellettuale e l’intraprendenza delle nostre realtà. Ho scelto pertanto questo contesto per riservare un momento particolare a tutte le nostre associazioni cittadine alle ore 21.15 di venerdì 21 giugno in Villa Naj Oleari. Ma non vi svelo oltre, sarà una sorpresa”.

    Articolo precedenteMagenta, giovedì 20 cerimonia d’apertura per Lostecco in via Pastrengo
    Articolo successivoRho, combattere l’obesità a teatro con Gianluca Macario