‘++Magenta, (Variante) Pgt sì o no? Intanto via con la Vas, ma per il resto.. lè buio assai

    9

     

    MAGENTA Anche le mura dei corridoi politici sanno da almeno 1 mese, e non da ieri, che la Variante Generale al Piano di Governo del Terrotorio avviata a giugno e in tutta fretta dal sindaco Chiara Calati procede al modo della canzone di Tullio De Piscopo: Andamento lento.

    Dopo il mini percorso partecipativo della prima settimana di giugno, con l’architetto incaricato Paolo Favole che disse chiaramente di avere tempo solo sino a fine giugno per chiudere la raccolta di pareri ed idee, perché poi il tempo stringeva (e stringe), di atti e dichiarazioni ufficiali non ne abbiamo letti più. 

    Siccome, sempre come riferito dai tecnici, accelerando al massimo l’iter burocratico per il varo del documento necessita di circa nove mesi, ed a primavera 2022 (diciamo maggio, massimo inizio giugno) a Magenta ci saranno le elezioni, è come sperare di battere Usain Bolt con una vecchia gloria dei 100 metri.

     

    Da palazzo Formenti, dove sul tema (ufficialmente) tutto tace, è arrivata di recente una delibera di giunta che formalmente dà via libera alla definizione della Valutazione Ambientale Strategica (Vas), necessaria per il varo del ‘nuovo’ Pgt.

    Nel dettaglio, la prima Conferenza di Valutazione Ambientale Strategica della Variante al Piano del Governo del Territorio del Comune di Magenta, avviata con Deliberazione di Giunta Comunale n. 4 del 16/01/2019, come integrata con Deliberazione di Giunta Comunale 142 del 23 settembre 2020,  si terrà il giorno martedì 7 settembre 2021 alle ore 10:30 in presenza c/o l’Aula Consigliare in Via Fornaroli n. 30, fatta salva diversa disposizione normativa in materia di gestione del rischio pandemico; nel qual caso si procederà a mezzo videoconferenza.

    Come previsto dalla legge,  l’intento della VAS è quello di coinvolgere la più ampia partecipazione di cittadini e categorie, nell’obbiettivo di ridisegnare insieme una nuova visione condivisa della Città di Magenta. Si evidenzia altresì che la procedura di Valutazione Ambientale Strategica della Variante al P.G.T. è coordinata con la procedura di Valutazione di Incidenza di cui all’art. 25 bis della Legge Regionale 86/83 e s.m.i., dice.. il burocratese.

    Insomma, l’iter obiettivamente procede ma nella maggioranza di centrodestra le bocche (sul tema) sono cucite da una Singer d’annata. Chissà come mai. Il dott. ing. Luca Baccaro, nuovo dirigente dell’ufficio Tecnico del Comune di Magenta, ha la faccia sveglia e sembra assai capace. Ma di mestiere fa l’ingegnere, e non i miracoli.

    Ergo.. Andamento lento, e di nuovo Pgt si parlerà (ci puntiamo dieci copechi) dopo le elezioni 2022. Scumetum?

    Nel mentre, riascoltiamo uno dei più grandi batteristi nella storia musicale italiana.

    F.P.

     

    Articolo precedenteCasorezzo, nuova segnaletica orizzontale in diversi punti del paese
    Articolo successivoParabiago: 180mila euro a fondo perduto dalla Regione per la ‘polifunzionale’ al campo Venegoni