Magenta, “Un pastello fa primavera”: al via oggi la mostra di Marco Zambrelli

    66

    Alla Galleria Magenta Spazio7  di Via Roma 43 fino al prossimo 29 aprile

     

    MAGENTA – Prati verdeggianti, fiori colorati e spumeggianti, distese assolate dai primi caldi raggi della primavera: i pastelli di Marco Zambrelli (Busto Arsizio, 1947) descrivono il risveglio della natura, in questa stagione dell’anno in cui tutto inizia a destarsi dopo il torpore invernale. La campagna lombarda viene raffigurata attraverso la tecnica del pastello; spazi aperti che il Maestro ben conosce, essendo nato e cresciuto in queste zone. Nella selezione di opere esposte si intravede il risultato di approfonditi studi sul colore condotti da Zambrelli che, nell’utilizzo della tecnica incisoria e del pastello, si avvale di una tricromia composta dai colori rosso, giallo e blu, discostandosi dalla tradizione che ne vorrebbe un quarto, il nero.

    La linea dell’orizzonte sembra assottigliarsi in un unico affresco primaverile, che rende un tutt’uno la terra con il cielo. Un’arte, quella di Zambrelli, che si rifà alla tradizione della paesaggistica più classica ma che imprime una nuova intensità, derivata dall’utilizzo singolare che Zambrelli fa del pastello, tecnica apparentemente semplice ma mai banale. I colori vengono accostati con sapienza, posti l’uno di fianco all’altro attraverso uno studio che mira a risaltarne gli equilibri, cercando di valorizzare ogni singolo elemento grazie ai riflessi di una luce bionda, calda.

     

    Le opere di Zambrelli ricercano quella pace e quella sensazione di calore proprie della primavera, una stagione speciale che mentre sboccia porta con sé l’abbraccio rigoglioso della natura. Il Maestro, formatosi all’Accademia di Brera di Milano sotto la guida di Usellini e Alik Cavaliere, crea armonie di forme e colori che nella figurazione dei campi e della quiete della campagna trasmette tutta la bellezza dei paesaggi incontaminati, tanto amati e decantati anche dagli antichi poeti. Un modo in più per descrivere attraverso i colori la poesia immensa della natura.

     

    *Orari di apertura : da Martedì a Domenica (ore 9.30-12.00 / 15.30/19.00)

     

     

     

    Articolo precedenteFilosofia? A Vittuone si fa in terza media
    Articolo successivoAbbiategrasso, elezioni: anche Rifondazione ‘balla da sola’, martedì la presentazione. E i candidati sindaci diventano 7..