Magenta, tutti insieme (appassionatamente) per promuovere il valore del dono

    95

    MAGENTA – Tutti insieme appassionatamente. Sezioni dei Comuni del territorio dei Volontari Italiani del Sangue, gruppi Donatori Organi, sezione Milano-Ovest Donatori Midollo Osseo e sezione magentina dell’Associazione Italiana Soccorritori hanno aderito al ‘Giorno del Dono’, in data 4  ottobre, e alla ‘Giornata mondiale del dono’ del prossimo 27 novembre. Citare il titolo del celebre film di Robert Wise viene spontaneo ascoltando le parole dei rappresentati delle suddette Associazioni, introdotti dal  presidente di Avis Magenta, Antonio Mereghetti, nel corso della conferenza stampa di sabato 29 settembre. Siedono tutti, in una sala della sede Avis,  attorno a un grande tavolo a ferro di cavallo, perché insieme intendono impegnarsi in iniziative volte a diffondere e riaffermare valori quali la gratuità del donare, la solidarietà, la generosità – da sempre cifra del loro agire sociale e civico – riconosciuti e promossi dal Parlamento della Repubblica con la Legge del 14 luglio 2015, n.110.  con l’istituzione del Giorno del dono.

     

     

    “Desideriamo essere uno stimolo a che le Amministrazioni Comunali diano attuazione alla Legge”, dice Luigi Malini, presidente di Ibmdr, che avvia il  proprio intervento con un breve excursus storico sui passi significativi compiuti dalle associazioni di volontariato, quindi sottolinea la necessità di inculcare soprattutto nei giovani, “andando a parlare loro nelle Scuole”, la consapevolezza “del valore del dono, qualunque esso sia”. E conclude, con la passione che gli è propria, dando conto degli incontri in programma il 15 novembre a Magenta, il 16 ad Arluno, il 22 a Marcallo, il 24 ad Ossona (in sedi indicate dai Comuni), “nel corso dei quali  cinque associazioni risponderanno a cinque domande su  concetti fondanti della filosofia del dono, quali l’intelligenza, il coraggio, il sacrificio, la gratuità e la maturità”. Tra i presenti Roberto Cremascoli (nella foto sopra), il primo donatore di midollo osseo dell’Ovest milanese. Per Andrea Pigazzi di Ais l’incontro è, inoltre, occasione per ricordare l’avvio il 2 ottobre dei corsi di Primo Soccorso a Magenta e Bareggio.

     

     

     

     

     

     

    Franca Galeazzi

    Articolo precedenteMilano e le Olimpiadi 2026, Curzio Trezzani: ‘Una grande opportunità per la Lombardia’
    Articolo successivoIl futuro ‘ecologico’ dell’Iren, l’azienda proprietaria della centrale termoelettrica di Turbigo