CronacaNews

Magenta, svaligiata la casa di Ivan Parmigiani: via preziosi per almeno 20 mila euro

MAGENTA – Il tema della sicurezza continua ad essere un’emergenza per Magenta. Dopo un periodo di ‘relativa’ calma, infatti, i “soliti noti” sono tornati a farsi sentire già da qualche settimana. Stamane hanno battuto un colpo – e che colpo! – in via Puccini. Di prima mattinata, incuranti di poter essere visti dai vicini, i delinquenti hanno svaligiato la villetta di Ivan Parmigiani, in zona Ospedale. Hanno certamente seguito gli spostamenti di Parmigiani e della moglie al settimo mese di gravidanza. “Io mi sono assentato – spiega Parmigiani – in quanto avevo da sbrigare un lavoro a Milano (Parmigiani è un piccolo artigiano libero professionista ndr).Mentre mia moglie aveva il suo turno alla guardia medica. Meglio così perchè – osserva Parmigiani – considerando il suo attuale stato se si fosse trovata in casa al momento dell’irruzione sarebbe potuta andare a fine molto peggio”. I malviventi hanno scavalcato la recinzione e, quindi, hanno sfondato la porta finestra. Dopodiché, si sono “messi all’opera” e hanno arraffato tutto quello che potevano. “Il danno è enorme – dice Parmigiani – in preziosi avranno portato via per una valore di circa 20 mila euro. Al di là dell’aspetto economico c’è poi quello affettivo che è impagabile. Ricordi importanti legati quegli oggetti”. Per fortuna di Parmigiani e della consorte nel mucchio non sono finite anche le loro fedi nuziali. Benché l’intervento dei Carabinieri sia stato fulmineo, poco o nulla hanno potuto fare il Luogotenente Maresciallo Francesco Caputo, comandante della stazione dei Cc di via Novara che insieme ai suoi uomini hanno raccolto la testimonianza di Parmigiani e, quindi, hanno proceduto a verbalizzare quanto sottratto.
“L’assistenza dei Carabinieri – sottolinea Parmigiani – è stata ottima, purtroppo, hanno potuto intervenire solo a cose fatte“. Malgrado il momento infausto, Parmigiani si sente di ringraziare di cuore anche i dipendenti di Api Systems la cui sede dista pochi passi dalla casa della vittima. “Hanno recuperato e ci hanno riportato la cassettina di sicurezza – rivela Parmigiani – che i delinquenti hanno svuotato, salvo qualche ricordo di poco valore economico, e di cui poi si sono sbarazzati proprio in concomitanza dello stabilimento”.
Ma il passaggio della banda di ladri nei pressi di Api Systems potrebbe rivelarsi alla lunga fondamentale al fine di scoprire l’identità dei delinquenti.
“A questo punto – conclude Parmigiani – la speranza è che le telecamere dell’azienda abbiano ripreso qualcosa. Ben presto le Forze dell’Ordine chiederanno di poter acquisire i filmati così da non lasciare senza un folto questo malfattori”.

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi