Magenta, sicurezza. Gelli: “Orgoglioso per il lavoro svolto dagli uomini e dalle donne della nostra Polizia locale”

    64

    MAGENTA – “Sono particolarmente soddisfatto e non posso che complimentarmi con tutte le donne e gli uomini del nostro comando che in questi mesi hanno lavorato per assicurare alla giustizia due persone che si erano rese, a vario titolo, ree di danneggiamenti ed incendi nella nostra città”.

    Il Comando di Magenta,dichiara il Vicesindaco nonché assessore alla Sicurezza Simone Gelli“ancora una volta ha dimostrato professionalità e tenacia nelle indagini che in questi mesi hanno impegnato il personale in servizio”. “Grazie a tutti coloro i quali, ogni giorno, assicurano il controllo del territorio unitamente alla sicurezza di ognuno di noi”.

    Più in particolare, nella giornata di mercoledì 10 luglio, la Polizia Locale di Magenta ha tratto in arresto un cittadino extracomunitario, con diversi precedenti penali, presunto autore di danneggiamenti presso il parcheggio a pagamento dell’ospedale Fornaroli. Lo stesso, durante le operazioni di arresto, opponeva resistenza e nella colluttazione uno degli agenti in servizio riportava lievi contusioni ad un braccio.

    Sempre nella stessa giornata, su proposta della Polizia Locale di Magenta, la Questura di Milano ha emesso un Foglio di via obbligatorio dal territorio comunale per un anno, a carico di cittadino italiano, resosi autore, qualche mese fa, durante le ore notturne, di incendi per le strade cittadine oltre che danneggiamenti di diverse vetrine.

    “Due ottimi motivi, oggi, per poter affermare” – continua il Vicesindaco – “che nella nostra città, operano uomini e donne in divisa che hanno a cuore il territorio e tutta la nostra comunità”. “Sono vicino all’agente che ha riportato lievi contusioni durante l’arresto, a lui auguro di ristabilirsi quanto prima e rientrare quindi in servizio, unitamente al mio personale ringraziamento per il lavoro svolto”.

    Articolo precedenteMagenta, Pro Loco: in anteprima il numero estivo di Magenta Nostra
    Articolo successivoMagenta: la comunità ortodossa in festa in San Rocco