Magenta Scuola/2: tanta emozione e lavoro extra per i ‘Nonni Vigili’

    38

    MAGENTA –  Tanta emozione e anche un po’ di ansia, per i ragazzi della Scuola Madre Anna Terzaghi di Magenta che stamani con i loro familiari, erano lì in via San Biagio per quello che tutti si augurano diventi un ritorno alla normalità duraturo, seppur in sicurezza. Bimbi e genitori con la mascherine, la voglia di abbracciarsi, soprattutto tra i più piccoli che in alcuni casi, ha superato la paura e quelle norme imposte dal distanziamento sociale anti Covid, che sono difficili da comprendere per chi vede (giustamente) nella scuola soprattutto relazione. Come dovrebbe essere a questa età.

    I genitori e i ragazzi divisi rigidamente per ingressi di entrata e uscita, così da evitare per quanto possibile assembramenti. Anche se, vale la pena sottolinearlo, la via San Biagio è piuttosto stretta e certo non ha giovato la decisione dell’Amministrazione di non chiuderla almeno temporaneamente al traffico, quanto meno per i minuti strettamente necessari alla ‘consegna’ dei bimbi, visto che per i genitori ormai entrare in un edificio scolastico,  senza un previo appuntamento è diventato un po’ come per l’avvocato quando va a trovare l’assistito in carcere. Battute a parte,  

    per il Presidente dell’AUSER Nicola Branca, sempre lì pronto in prima fila, indefesso, con la sua mascherina, la pettorina gialla e la paletta il lavoro certo non è mancato. “Speriamo che domani chiudano la strada – ci ha detto – perché sennò anche per noi si fa dura”. Il noi in questo caso è un po’ forzato visto che Branca oggi era da solo a presidiare l’ingresso. Ma il suo l’ha fatto eccome.

    Adesso appuntamento a mezzogiorno per l’uscita e le prime reazioni di bimbi e ragazzi. La scuola con le nuove regole è cambiata tantissimo e indubbiamente non mancheranno le reazioni e le emozioni di chi deve riabituarsi ad una vita che non è più quella del pre Covid. Non a caso, l’Istituto delle Madri Canossiane ha previsto la presenza di un supporto psicologico per meglio accompagnare questo rientro dopo 7 mesi di forzato isolamento. Buona scuola  e mai come quest’anno in bocca al lupo a tutti!

     

    F.V.

    Articolo precedenteTrecate, il Comune differisce il pagamento della TARI
    Articolo successivoAbbiategrasso, un nuovo minibus per gli amici di Anffas