Magenta, rivoluzione parcheggi con Asm. Cambia tutto all’ospedale

    179

    Razzano: ‘Stop al fenomeno dello scambio di ticket’

    MAGENTA – Continua il processo di riqualificazione del sistema dei parcheggi di Magenta. Da oggi, 1 marzo 2017, il parcheggio a pagamento che si trova di fronte all’ingresso dell’Ospedale civile “G. Fornaroli“, in via Donatori di Sangue, passerà dal sistema a parcometro al sistema a sbarre. È quanto comunica ASM srl (Azienda Speciale Multiservizi), cui il Comune di Magenta ha affidato “in house providing” per dieci anni la gestione dei parcheggi pubblici, con lo scopo di cambiare in meglio il sistema della sosta rendendolo più moderno, organizzato e sicuro per tutti.

    Dallo scorso 24 ottobre, infatti, è attivo SaM (Sosta a Magenta), il nuovo sistema di parcheggio a pagamento, con tariffe orarie e abbonamenti che prevedono agevolazioni per residenti, giovani e per chi lavora in enti e aziende con sede nella città.

    La storica azienda di via Crivelli ha completato la sistemazione del parcheggio a pagamento di fronte all’ospedale. Il passaggio del sistema a parcometro a quello a sbarre (una di ingresso, l’altra di uscita), permette all’utente di posteggiare l’auto ritirando il biglietto e di pagare prima di uscire in base al tempo effettivo di sosta, anziché in anticipo come in precedenza.

    La tariffa di sosta è calcolata a multipli di un’ora. Nei primi 10 minuti di sosta è possibile uscire dal parcheggio senza pagare la sosta. Dopo avere pagato la sosta, il cliente ha comunque sempre 10 minuti di tempo per uscire dal parcheggio. Il parcheggio è chiuso dalle 23.00 alle 7.00. L’uscita è sempre permessa anche dopo la chiusura. Il pagamento è previsto dalle ore 8.00 alle 19.00, escluso i giorni festivi. Il costo è di euro 1,00 all’ora le prime due ore e di euro 2,50 all’ora dalla terza ora di sosta.

    All’interno del parcheggio è attivo un sistema di videosorveglianza utilizzato esclusivamente per il perseguimento di finalità di sicurezza e tutela delle persone e dei beni, nel rispetto della normativa vigente in materia di privacy e tutela dei dati personali.

    Ospedale Fornaroli

    «Con l’introduzione del sistema a sbarre e della nuova regolamentazione – afferma Paolo Razzano, vicesindaco e assessore alla Viabilitàdi Magentaandiamo nella direzione di una maggiore efficienza del servizio a favore dei cittadini e dei fruitori di quel parcheggio che pagheranno per l’effettivo tempo di sosta e potranno accedere ai servizi ospedalieri senza la preoccupazione del parcheggio che scade. Di conseguenza, si eviterà anche quella pratica purtroppo diffusa di scambio di biglietti pagati in anticipo e non del tutto goduti. Infine, aspetto non secondario tenendo conto anche dell’attenzione che con il Comando di Polizia Locale rivolgiamo al presidio dell’Ospedale con 1180 ore in 245 turni nel 2016, in questo modo siamo in grado di implementare attraverso un sistema di videosorveglianza la sicurezza e la tutela delle persone e dei beni. La nuova sbarra e la telecamera sono due strumenti concreti che aiuteranno a migliorare la sicurezza dell’area».

    Per saperne di più contattare lo “Sportello informazioni e abbonamenti”, via Crivelli 39, tel. 02972291, email info.sam@asmmagenta.it, Numero Verde 800  894103 (gratuito, da contattare nei giorni feriali dalle ore 8.00 alle 19.00).

    Articolo precedenteIl Parco del Ticino spinge il rilancio delle aree protette
    Articolo successivoAbbiategrasso, la forza dei grillini che però riscrivono la storia (sbagliando). De Angeli come la Raggi, ecco perché- L’ANALISI